SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Vuole essere una festa intercomunale per celebrare di fronte ai turisti e ai cittadini le Bandiere Blu, le Bandiere Arancioni, i riconoscimenti di “Borghi più belli d’Italia”, Ascoli che vuole diventare patrimonio dell’Unesco. Vetrina per un “territorio di qualità”, ma anche dimostrazione di una visione unica della promozione turistica.
La festa di venerdì e sabato fra centro e porto il sindaco Gaspari la presenta così, attorniato da assessori che vanno da Alba Adriatica a Porto Sant’Elpidio, non tralasciando l’entroterra da Moresco a Civitella del Tronto: «Se ai turisti offriamo solo San Benedetto, offriamo poca cosa rispetto al panorama nazionale e internazionale, pur se la città è bellissima. Ma vendere un intero territorio di qualità certificata da questi riconoscimenti, beh questo è fonte di appetibilità maggiore per i tour operator». Doveroso ringraziamento alla Carisap, che mette il suo marchio e il suo contributo economico per l’organizzazione della festa, e presenta alla città in una delle sue prime uscite pubbliche il nuovo direttore, il toscano Alessandro Cipriani.

LA FESTA Quattro anni di questa festa, concepita nel 2007 da Gaspari per mettere i Comuni del territorio attorno a una unica ribalta di visibilità. Venerdì 16 dalle 18 presso l’isola pedonale del centro aprono gli stand espositivi che promuovono i singoli Comuni. Poi alle 21 e 30 in piazza Matteotti la festa vera e propria, condotta dal volto Rai Massimiliano Ossini e allietata dalla comica Emanuela Aureli. Kermesse di immagini emozionali e vessilli ambientali e turistici, tutti i sindaci e gli assessori in posa per rappresentare i propri gioielli di casa.
Le forniture energetiche, affermano gli organizzatori sul campo di “Atlante Congressi”, saranno assicurate dal generatore ibrido ad energia alternativa “Leonardo”, sistema brevettato dell’azienda locale Western Co.
La serata vedrà poi lo spettacolo acrobatico della Takimiri Production, le statue di ghiaccio dell’artista Mauro Michetti, il balletto della scuola di danza “Prima musa” con la sua tango suite diretta da Adriana Posta e coreografata da Alberto Liberato Scioli.
Poi ci sono le iniziative del mattino curate grazie al permesso della Capitaneria di Porto. Alle sei in punto, all’alba, uscita in mare della nave scuola “Palestini” per avvistare i delfini (prenotazioni al numero 329 0584529). Allo stesso orario, per i più volenterosi, un quasi mistico “Saluto al sole” con una nuotata in mare dal molo sud organizzata dall’associazione “Mare mosso”. Alle 9:30, la tradizionale traversata fra i due bracci del porto “Da punta a punta”, alle 10:30 presso la darsena turistica “Veleggiando tra circoli e circoli”, con un carosello di barche dal porto alla foce del torrente Ragnola, cioè dal Circolo Nautico sambenedettese al Circolo nautico Ragn’a Vela. Alle 15, infine, prova gratuita di avvicinamento alla vela, sempre presso il circolo che si trova nella concessione 71.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 366 volte, 1 oggi)