MARTINSICURO – «Un fulmine a ciel sereno»: sulla protesta dei commercianti per i ritardi della pubblicazione del calendario estivo il consigliere delegato alla Cultura Massimo Vagnoni si dice stupito, poiché nessuna lamentela gli sarebbe mai stata direttamente rivolta dalle associazioni o dai gestori dei locali pubblici. «C’è sempre stata con tutti un’ottima collaborazione – ha affermato – e abbiamo stilato insieme il programma degli eventi, di cui tutti erano a conoscenza. Sono in contatto quotidiano con le associazioni e con diversi titolari di locali pubblici, e il problema non era mai stato sollevato finora. Non vorrei che questa polemica fosse solo un pretesto per l’opposizione, che invito ad informarsi bene su come stanno le cose prima di parlare».

Il riferimento è al gruppo di minoranza di Città Attiva, che ha accusato la maggioranza di aver organizzato un programma di manifestazioni che, oltre ad essere piuttosto scarno di eventi nel centro cittadino, è stato diffuso ormai a stagione avviata, impedendo ai gestori dei locali pubblici di organizzarsi adeguatamente in base alla maggiore affluenza di clienti.

«Vorrei precisare che la quasi totalità degli eventi organizzati dal Comune si fanno in piazza Cavour – ha aggiunto – fatta eccezione per il Martinbook Festival e l’operetta, che necessitano di altre location più adatte. Se poi si vuole criticare il fatto che il programma non sia molto ricco, abbiamo fatto quello che il budget consentiva».

Sulla diffusione del calendario inoltre, assicura che «già dal 5 luglio era stato affisso in molti punti della città. Se abbiamo aspettato fino ai primi di luglio, pur avendo tutto pronto già a giugno, è stato per venire incontro alle esigenze di alcune associazioni che dovevano definire l’organizzazione di alcune serate». Il consigliere asserisce infine che il calendario di agosto è già pronto, ma verrà diffuso nell’ultima settimana di luglio.

A rispondere in merito al torneo di calcetto, negato in piazza Cavour e organizzato invece in piazza Vezzola nel quartiere Tronto, è l’assessore allo Sport Alberto Tuccini: «La polemica sorta sulla manifestazione è strumentale – ha affermato – poiché in centro lo spazio a disposizione non consentiva di sistemare il campo sintetico, così come la struttura con le reti di protezione per giocare in sicurezza». L’assessore spiega che insieme ai tecnici erano stati valutati anche altri siti, tra cui la Rotonda di Las Palmas sul lungomare, poi scartata sempre per spazio insufficiente ad ospitare il campo. «Il torneo si chiamerà Truentum Cup – ha concluso – ed è stato organizzato da associazioni e privati con l’intento di rivitalizzare il quartiere Tronto, ripristinando la tradizione appartenuta allo storico “Torneo S. Rita”, che in passato si svolgeva con successo a Martinsicuro ma che fu interrotto a partire dal 1998».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 251 volte, 1 oggi)