ALBA ADRIATICA – «Crediamo fortemente che chi ama la propria città ed ha una coscienza civica, debba lanciare un messaggio importante». Con queste parole Simona Tavoletti, della Lega Nord Abruzzo, e Paola Olivieri, presidente del comitato civico Pro Pineta, danno vita ad una petizione rivolta a tutta la cittadinanza, con lo scopo di rendere più accogliente e sicura Alba Adriatica. Le proposte delle due esponenti toccano alcuni punti dolenti, che vanno dalla sistemazione delle strade cittadine, all’abbattimento delle barriere architettoniche, dal controllo della velocità delle auto nel territorio comunale e la creazione di parcheggi, alla regolamentazione della vendita degli alcolici e la lotta all’abusivismo commerciale. Riguardo ai fondi economici necessari per risolvere queste problematiche, «non accetteremo la solita risposta che non ci sono soldi» affermano le due esponenti, che asseriscono come  i fondi si siano pur sempre trovati per realizzare ad esempio «errori madornali» come l’area pedonale di Viale della Vittoria. Lanciano infine una proposta all’amministrazione comunale: «Ridurre in modo consistente gli stipendi del sindaco e degli assessori, in modo da iniziare a creare un fondo da destinare a scopi sociali e culturali. Una proposta che se verà accolta – concludono – dimostrerà il grado di civiltà, responsabilità e sensibilità dell’amministrazione verso la cittadinanza, che versa in una situazione economica e finanziaria davvero difficile».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 229 volte, 1 oggi)