SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Alcuni piccoli tratti del lungomare di San Benedetto, in prossimità di passi carrabili o dove d’inverno, solo nella stagione fredda, vengono posizionati i cassonetti per l’immondizia, sono privi di qualsiasi divieto di sosta e della striscia blu e questo può ingannare gli automobilisti, che potrebbero credere che si tratti di zone non a pagamento.

Domenica 11 luglio un vigile urbano o forse  un ausiliare del traffico, ha ritenuto giusto multare coloro che per passare una giornata al mare hanno occupato  questi spazi con la loro macchina.

In un verbale, in particolare,  si legge la motivazione “fuori dagli spazi blu”. Insomma una signora, proprietaria di una Nissan Micra, dovrà pagare 38 euro per non aver parcheggiato negli spazi a pagamento.

Un’altra signora, proprietaria di una Fiat Punto, ha trovato un bollettino, sempre di 38 euro per aver parcheggiato in  “spazi riservati ai cassonetti”. Si ribadisce la premessa che i cassonetti vengono posizionati sul lungomare solo in inverno e che non è presente nessun cartello che palesi un qualsiasi divieto di sosta, così come la segnalazione a terra risulta deteriorata e non indicativa.

Entrambe le signore hanno espresso dei dubbi sul contestare o no la multa. Si prenderanno tutto il tempo previsto dalla legge per decidere. Intanto, vale l’invito ai lettori automobilisti. Non fatevi ingannare dalla mancanza di strisce blu in alcuni angoli del nostro bel lungomare.

O si paga per parcheggiare, o sul lungomare non ci può parcheggiare, pena multa. Dappertutto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 625 volte, 1 oggi)