ASCOLI PICENO – Denunciato per oltraggio, lesioni, danneggiamento e rifiuto di fornire le proprie generalità. Questo è il pesante atto di accusa della Squadra Volante di Ascoli contro un giovane che, verso le ore 17 di sabato, in preda ad un raptus di violenza e di furia cieca aveva iniziato presso la propria abitazione di Monticelli sfondando la porta finestra e minacciando di percuotere la madre che, in preda al panico, si era rivolta alla Polizia. Non meglio è andata agli agenti che entrati nell’appartamento hanno cercato di ricondurre alla ragione il giovane. Questo, per tutta risposta, ha iniziato una colluttazione con gli stessi poliziotti oltraggiandoli con frasi ingiuriose. Poi, una volta divincolatosi, scendeva in strada e si infilava nella macchina iniziando una manovra a marcia indietro che metteva in serio pericolo l’incolumità degli stessi uomini della Volante che erano costretti a lasciare la presa delle maniglie. La folle corsa aveva durata breve e finiva contro il paraurti di una delle macchine della forza Pubblica. In seguito, alcuni uomini della Volante sono stati costretti a recarsi in Ospedale dove sono stati medicati e dimessi con prognosi di dieci e otto giorni.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 144 volte, 1 oggi)