SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Giorno dopo giorno si prospetta una serie D sempre più ricca di piazze nobili e probabilmente vogliose di risalita immediata (Perugia, Rimini, forse Arezzo), che si aggiungono a quelle, come il Teramo, la cui presenza era già certa. Per conoscere le effettive avversarie della Samb ci sarà da attendere almeno l’inizio di agosto, ma di sicuro non sarà una passeggiata vincere, qualunque sia il girone assegnato. Lo sa bene il presidente Sergio Spina, che non sta lesinando l’impegno per costruire una Samb più forte di quella che l’anno scorso ha pur dominato in Eccellenza.

Spina, tramite il sito ufficiale della Samb, si dice soddisfatto della rosa rossoblu, già praticamente definita prima ancora del precampionato: manca solo qualche ritocco nel settore degli under, già forte di acquisti di rilievo come i portieri Lima e Andrea Zenga, i terzini Voltattorni e Capriotti e il centrocampista Gioele Evangelisti. «Abbiamo creato», dice il presidente, «una Samb adatta al credo calcistico di mister Ottavio Palladini: una squadra solida, dove la difesa e il centrocampo hanno già dimostrato il proprio valore l’anno scorso, mentre in attacco abbiamo provveduto a rinforzarci». Le partenze di Cacciatore, Menichini, Gentili e Marzeglia, infatti, sono state ricompensate dall’arrivo di Pazzi, Bianchi e Covelli, tre attaccanti di categoria decisamente superiore; e non è detto che in chiusura di mercato non arrivi un altro rinforzo.

Ma non si guarda solo alla prima squadra: la ricostruzione del patrimonio Samb passa obbligatoriamente attraverso la ricostruzione del bel Settore giovanile che fu. «Quest’anno – è sempre Spina che parla – vogliamo fare altri passi avanti rispetto al lavoro iniziato l’anno scorso: la strada intrapresa è buona, ma servirà ancora qualche anno di duro lavoro». Rinnovato l’organigramma, che quest’anno vedrà, tra gli altri, Gabriele Consorti alla guida della Juniores nazionale (campionato giovanile obbligatorio per le società di serie D).

Ormai imminente l’inizio dei lavori per la copertura e la messa a norma del “Riviera delle Palme”, che dovrebbero iniziare la prossima settimana: «Le ditte stanno sono già al lavoro per realizzare i materiali», chiarisce Spina. «Le roulotte dei giostrai? Se il piano di sicurezza permetterà la loro presenza bene, altrimenti non sarà certo compito nostro farle spostare». Il presidente conclude il suo intervento invitando tutti i tifosi a stare vicino alla Samb, come già l’anno scorso: magari abbonandosi fin da subito, per far sentire la vicinanza della città a una società che sta lavorando molto bene. Merce rara, nel desolante panorama del calcio italiano attuale.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.233 volte, 1 oggi)