GROTTAMMARE – Ufficialmente venerdì 9 luglio alle 19 verranno convalidate le adesioni alla dodicesima edizione del Palio del Pattino, con la verifica dei requisiti tecnici: elemento fondamentale per l’ammissione alla gara è il possesso di un pattino rigorosamente in legno, una tipologia di natante scomparso ormai da tempo dalle spiagge, ma che rivive con questa manifestazione.Nove i rioni confermati, ma se ne attende anche un decimo, per la manifestazione organizzata dall’assessorato allo Sport e che si svolgerà parallelamente agli eventi legati alla Festa del patrono (San Paterniano, 10 luglio / festeggiamenti civili dall’8 all’11 luglio, area Kursaal) per amplificare l’obiettivo sulle tradizioni locali.

La gara vera e propria si terrà sabato 10 luglio a partire dalle 17 dalla spiaggia antistante il Kursaal. Domenica 11 luglio dalle 10 il Palio torna in mare, con lo svolgimento della VII edizione della competizione di nuoto in mare “Miglio Marino”, preceduta dalla gara per bambini “Piccolo Miglio”.

In occasione del Palio del Pattino, la Capitaneria di Porto ha emesso un’ordinanza che vieta sia la balneazione, sia la navigazione, la sosta e l’ancoraggio di ogni tipo di natante – ad eccezione delle unità partecipanti alla gara – nello spazio d’acqua compreso tra lo chalet Sylvia e lo chalet Savana. L’ordinanza è valida dalle ore 17 alle ore 20 del giorno 10 luglio.

Il Palio del Pattino nasce per rivalutare usi e costumi perduti del folklore locale: tecnicamente, consiste in una gara tra rioni cittadini – storici e non – che si contendono la vittoria sponsorizzando mosconi in legno condotti da due rematori, non professionisti, dei quali almeno uno residente a Grottammare. Per quattro anni consecutivi ad aggiudicarsi il premio è stato il rione della Bore Tesino: la conquista della gara però non costituisce titolo per l’assegnazione del Palio del Pattino, che è assegnato solo dopo tre vittorie, anche non consecutive. Ad oggi, il Palio del Pattino è una conquista esclusiva del rione Bore Tesino (nel 2006 e nel 2009).

La competizione ha luogo nello specchio d’acqua antistante la spiaggia grottammarese su un percorso 5 miglia marine, delimitato da boe, sorvegliato da giudici e regolamentato da norme dettagliate, compreso tra lo chalet Sylvia e lo chalet Savana. I rematori hanno la possibilità di alternarsi fino a raggiungere il traguardo, posto dinanzi l’area di partenza sita nello spazio di spiaggia libera del Kursaal.

La premiazione dei vincitori avverrà a conclusione della gara, intorno alle ore 19, in piazza Kursaal, da parte delle autorità locali. Seguirà la consegna del “Memorial Maurizio Pignotti” (giovane grottammarese scomparso prematuramente e vincitore della prima edizione del Palio), consistente in una riproduzione su tela di uno scatto simbolico della gara.

Lo svolgimento della gara potrà essere seguito in piazza Kursaal, grazie alla cronaca offerta da Radio Azzurra, da sempre sponsor tecnico della manifestazione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 465 volte, 1 oggi)