GROTTAMMARE – Un’esperienza unica quella vissuta venerdì 2 luglio dai partecipanti del laboratorio teatrale tenutosi al DepArt dal registra Sciarroni, che ha visto uno spettacolo particolare, con il coinvolgimento di singole persone e la partecipazione degli stessi spettatori intervenuti.

«La performance è durata oltre 3 ore – ha affermato Alessandro Sciarroni – Con nostra grande sorpresa, ben 12 persone hanno accettato di fermarsi e di lasciarsi coinvolgere all’interno dell’evento, in qualità di performers per l’intera durata della rappresentazione. Le persone che aspettavano il loro turno fuori, allo stesso tempo erano molto incuriosite poiché vedevano gli spettatori entrare e non tornare più indietro. La fine dell’evento ha coinciso con un caloroso applauso esploso tra gli interpreti e gli spettatori, riunitisi sul palchetto del DepArt; persone di tutte le età, dagli 11 ai 67 anni. Vorrei ringraziare il Comune – ha aggiunto – che ci ha permesso di confrontarci con una maniera di fare spettacolo nuova, rischiosa, autentica. Trovo che per i ragazzi che hanno partecipato al lavoro sia stato un bel momento di riflessione, e allo stesso tempo, per me, come artista, è stata una preziosa occasione per continuare la mia ricerca».

Electric Youth” ha visto come protagonisti i partecipanti al laboratorio Aurora Alma Baltimoro, Aricia Ciarrocchi, Constantine Gervasi, Katiuscia Mariani, Alen Marin, Luana Milani, Matteo Ramponi, Andrea Speca, Emilio Speca, Valentina Urriani, ed un pubblico variabile dagli 11 ai 67 anni, che si è lasciato coinvolgere in varie attività espressive come interprete  estemporaneo.

La finalità del laboratorio, tenutosi nel mese di giugno, era appunto quella di imparare ad utilizzare il corpo e la voce come esperienza artistica. Il progetto è partito lo scorso 11 giugno, grazie a un finanziamento comunale del 20% ad integrazione di fondi della L.R. 46/95, che favorisce le iniziative promosse dai giovani e rivolte alla popolazione giovanile. Le lezioni si sono svolte dietro coordinamento dell’associazione “Corpo Celeste”, realtà attiva in progetti di teatro sperimentale.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 282 volte, 1 oggi)