SAN BENEDETTO – Saranno 20 mila gli euro che il Comune verserà all’architetto Luigina Zazio per redigere la Vas, la Valutazione Ambientale Strategica relativa al Prg. Una consulenza alla professionista, già responsabile della progettazione urbanistica del Comune, che fa discutere, con l’opposizione sul piede di guerra.

Il malumore nasce infatti dal mancato uso di risorse professionali interne al Municipio.
Il nuovo incarico per l’architetto bresciano è giunto con la Determina n.987 del 2 luglio 2010 firmata dal dirigente del Servizio Sviluppo e Qualità del Territorio e dell’Economia Locale, Germano Polidori. E proprio lui nell’atto afferma che il bisogno di affidarsi ad un professionista esterno è legato ai «notevoli carichi di lavoro seguiti alla riorganizzazione dell’ente e della ricollocazione di buona parte del personale in mansioni e uffici diversi, che rende improponibile un ulteriore aggravio di attività agli uffici».

Il consigliere comunale del Pdl, Pasqualino Piunti, fatica tuttavia ad accettare: «La riorganizzazione del personale voluta dall’amministrazione comunale non porta nessun beneficio, l’avevamo detto. Al contrario scopriamo che comporta una cospicua spesa per le casse comunali e di conseguenza per tutti i sambenedettesi».

«Gaspari – continua – si assuma tutte le responsabilità di questo pessimo restyling. Una decisione che nessuno ha condiviso, nemmeno i sindacati che hanno più volte criticato il provvedimento relativo alla riorganizzazione del personale interno».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 970 volte, 1 oggi)