SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Tribune piene e gran spettacolo in campo: lunedì sera è iniziato l’appuntamento serale con la Carisap Tennis Cup al circolo tennis Maggioni, dove il debutto della testa di serie numero 1 del torneo Pere Riba, opposto al connazionale spagnolo Sergio Gutierrez-Ferrol, ha fatto registrare quasi il tutto esaurito attorno al campo centrale.

Una gara solida, ricca di colpi vincenti e sempre equilibrata, nonostante gli oltre 150 posti in classifica che dividevano i due avversari. L’avvio è stato subito arduo per Riba, che smarriva il servizio di apertura ed era costretto a rincorrere prima di impattare al sesto gioco. Gutierrez ricorreva spesso alla palla corta, alternata ad un diritto dal fondo molto potente ed efficace, una combinazione che non dava certezze a Riba sulla migliore posizione da tenere nel campo. Sul 5 pari la testa di serie numero uno fronteggiava tre palle break consecutive: annullava le prime due con altrettanti ace, la terza la sbagliava Gutierrez al volo, un errore che sottolineava con urlo e saltello faunesco per il divertimento del pubblico. Uscito dalla buca Riba teneva il servizio e nel game successivo era l’avversario a trovarsi 0-40. I primi due set point li annullava con coraggio Gutierrez cercando la rete, il terzo era quello decisivo: Riba montava sulla seconda palla dell’avversario e chiudeva il set con una volée di diritto. Scoraggiato ma non domo Gutierrez continuava a dare del filo da torcere al suo più quotato connazionale ma Riba non correva più grandi rischi e conquistava definitivamente il secondo turno al decimo gioco.

Martedì

Tre ore e venti aveva giocato lunedì pomeriggio Alessio Di Mauro nel match perso contro lo spagnolo Pedro Clar Rossello, due ore e mezza sono invece bastate, si fa per dire, al suo corregionale Francesco Aldi per portare a casa una partita che nel primo set sembrava avviata verso una conclusione ben più rapida e negativa per il palermitano. Nel match che ha aperto la seconda giornata di incontri il tedesco Matthias Bachinger pareva infatti troppo potente ed in palla per il siciliano ma era una impressione che non teneva conto della tenacia di Aldi. Vinto il secondo set al dodicesimo gioco, Aldi si issava addirittura 4 a 0 nel terzo, prima dell’ultimo, disperato tentativo di rimonta del tedesco che non riusciva però ad andare oltre il 4 pari. Molto più rapidi e scontati i match degli altri campi: la testa di serie numero 7 Dusan Lojda ha superato con un doppio 64 la wild card Enrico Fioravante, in cattive condizioni di salute probabilmente esacerbate dall’afa sambenedettese mentre il russo Sitak ha perso solo due games contro il tunisino Malek Jaziri.

Intanto l’attesa cresce per i due marchigiani impegnati martedì sera, il diciottenne recanatese Giacomo Miccini che si troverà di fronte la testa di serie numero 3 Paolo Lorenzi dopo le 18.30 e, nell’ultimo match del programma alle 21.15, il sambenedettese Daniele Giorgini contro la testa di serie numero 6 Carlos Berlocq.

Risultati doppio lunedì:

Brandi/Miccini b. Baldi/Lorenzi 63 36 106

Cervenak/Klizan b. Brizzi/Fioravante 64 62

Fabbiano/Trujillo-Soler b. Coccio/Rosetti 63 61

Bachinger/Ungur b. Ramos-Vinolas/Vassallo-Arguello 36 63 102

Sitak/Tosic b. Cavaco/Sousa 62 61

Risultati martedì

Aldi b. Bachinger (GER) 36 75 64

Lojda (CZE) b. Fioravanti 64 64

Sitak (RUS) b. Jaziri (TUN 61 61

De Miguel/Riba b. Donati/Napoletano 63 61

Cipolla/Di Mauro b. Galvani/Pereira 62 63

Ramos b. Brizzi 76(2) 67(2) 60
Mertl (Cze) b. Paire (Fra) 36 63 62
Mercoledì il programma apre alle 16.30, gli orari dei singoli match però non sono ancora stati definiti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 450 volte, 1 oggi)