ACQUAVIVA PICENA – Acquaviva Picena ha trovato il suo “doppio”. Su iniziativa del delegato alla Bandiera Arancione del Comune di Acquaviva Picena Davide Portelli e  con il supporto degli assessorati al Turismo e Cultura, è stato infatti avviato lo scorso gennaio un progetto di gemellaggio con il comune tedesco di Kallmunz.

Il paese, situato nella Valle Naab, è risultato il più compatibile con le peculiarità del comune per le attrattive turistico-culturali.

«Acquaviva – dichiara Portelli – non era mai stata gemellata con nessuno. Approfittando di un bando dell’Unione Europea denominato “Twinning for tomorrow’s world” – Programma “Europa per i cittadini 2007-2009”, abbiamo deciso di cogliere al volo la ghiotta occasione, reputandola una preziosa opportunità per promuovere la nostra cittadina all’estero».

Come la “Città della Fortezza”, anche Kallmünz è sede di un antico castello medioevale, situato in cima a una collina. Altri caratteri affini sono il numero degli abitanti (2.881, stando ai dati diffusi nel 2006) e l’altitudine (380 metri s.l.m.).

«Mi sono subito attivato – continua il consigliere comunale – per la realizzazione del progetto, prendendo gli opportuni contatti. Proprio di recente, per la soddisfazione dell’intera Amministrazione, abbiamo ricevuto una risposta positiva dal Comune di Kallmünz».

L’iniziativa prevede l’attivazione, a cadenza annuale, di progetti coinvolgenti scuole, club sportivi, centri di attività per il tempo libero, associazioni e commercianti. Saranno inoltre promossi dei pacchetti aventi lo scopo d’incoraggiare l’affluenza turistica in entrambi i comuni, anche tramite gli scambi studenteschi, stimolando in tal modo nelle giovani leve, nei loro genitori e insegnanti, come pure in tutto il personale scolastico, l’interesse per l’apprendimento della lingua del paese partner.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 464 volte, 1 oggi)