ANCARANO – Emiliano Di Matteo porta all’attenzione del Consiglio regionale il corso serale per adulti “Progetto Sirio” che si tiene all’Istituto superiore “G.Peano – C.Rosa” di Nereto. Sembra infatti che il corso sia destinato ad essere soppresso già a partire dal prossimo anno scolastico 2010/2011 per volere dell’Ufficio scolastico regionale.

Il consigliere Di Matteo presenterà pertanto nel Consiglio di martedì 6 luglio un’interrogazione all’assessore Paolo Gatti in merito all’attendibilità della notizia chiedendo, nel caso tutto ciò rispondesse a verità, un confronto tra l’Ufficio scolastico regionale e la Regione Abruzzo prima della ripartizione delle consistenze di organico a livello provinciale.

Negli ultimi anni il “Progetto Sirio” ha garantito nelle cinque classi la presenza di un buon numero di studenti. Ad oggi ci sono 28 iscrizioni per la prima classe, 18 per la seconda, 18 per la terza, 14 per la quarta e 16 per la quinta. Cifre più che sufficienti ad assicurare la continuità del corso poiché la normativa prevede che le classi siano formate da almeno 10 studenti.

«Ho sentito l’esigenza di fare presente il problema in Consiglio Regionale – ha affermato Di Matteo – in quanto mi sembra incedibile che la Val Vibrata debba pagare dazio anche quando i numeri e le circostanze non lo richiederebbero. E’ assolutamente oggettivo che qualunque taglio al corso serale “Progetto Sirio” sarebbe assolutamente illegittimo oltre che ingiustificato, e confido nell’appoggio dell’assessore Gatti affinché ciò venga scongiurato».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 345 volte, 1 oggi)