SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Non c’è l’ha fatta Martin Vassallo Arguello a ribaltare il pronostico imposto dai numeri che vedevano favorito il suo avversario, il rumeno Adrian Ungur, testa di serie numero 5 della Carisap Tennis Cup.

Nel match di debutto del programma sul centrale del Circolo Maggioni, l’argentino ha avuto per due volte un break di vantaggio all’avvio del primo set ma non è riuscito a capitalizzare ed il rumeno non ha più ceduto il servizio ed ha chiuso 64-64. Fuori Vassallo, che a San Benedetto aveva raggiunto la semifinale nel 2003 e, soprattutto, a lungo stazionato nelle prime 50 posizioni mondiali, il centrale ha dato spazio alla prima, facile, vittoria italiana: Thomas Fabbiano ha disposto con autorità del qualificato portoghese Goncalo Pereira, 61 63, ed attende ora il vincitore del match tra Daniele Giorgini e la testa di serie numero 6 Carlos Berlocq, in programma domani.

Molto più equilibrato e combattuto il singolare ospitato dal campo 4, dove era impegnato un altro qualificato, lo sloveno Janez Semrajc contro lo slovacco Pavol Cervenak. Vinto il primo set 75, il giovane sloveno è andato via via riuscendo a vincere poi solo cinque games negli ultimi due set.

Nel torneo di doppio l’accattivante coppia formata da Cristian Brandi e Giacomo Miccini si è qualificata per il secondo turno superando Matteo Baldi e Paolo Lorenzi. Lorenzi, testa di serie numero 3, e Miccini si ritroveranno martedì sul centrale per il loro primo turno di singolare.

Nel pomeriggio di lunedì scenderanno in campo Alessio Di Mauro e Flavio Cipolla, rispettivamente contro lo spagnolo Pedro Clar ed il qualificato portoghese Pedro Sousa. Lunedì sera grande attesa per il debutto del numero uno del tabellone Pere Riba atteso dal derby con il connazionale Sergio Gutierrez-Ferrol.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 313 volte, 1 oggi)