CUPRA MARITTIMA – Il Museo Malacologico di Cupra si arricchsice di due nuovi pezzi. Nei giorni scorsi infatti sono arrivate, in un container da 20 piedi, due tipiche imbarcazioni da pesca utilizzate dai pescatori vietnamiti. Si tratta dei mezzi usati per la raccolta delle conchiglie nelle acqua antistanti il porto di Nha Trang a 400 chilometri dalla città di Ho Chi Minh. Le due imbarcazioni sono di tipologie differenti: una in legno massiccio con oltre 50 anni di età e l’altra in legno e lamiera bullonata, con almeno trenta anni di attività nelle pescose acque indopacifiche. Le due imbarcazioni sono state selezionate, per il Museo Malacologico di Cupra, dal direttore delle Stazione Marittima di Nha Trang dottor Thach, noto malacologo ed autore di due libri sulle conchiglie del Vietnam.

Le nuove arrivate andranno ad affiancare le tre barche già presenti al Museo: una vongolare di Cupra, una “battana” e una vecchia barca a vela filippina e, naturalmente affiancheranno le 900 mila conchiglie esposte accanto a coralli, maschere,
madreperle, squali e cammei. Soddisfacente è l’afflusso dei visitatori in questa parte della stagione estiva, attratti soprattutto dalle novità 2010 nel Museo, ovvero le “pietre cinesi dell’erudito” e la mostra “Conchiglie e Musica” realizzata in collaborazione con il Museo Internazionale della Fisarmonica di Castelfidardo. Le novità non si fermano qui. A breve infatti inizieranno i lavori per la sistemazione del tutto del Museo dove verrà attivato un impianto fotovoltaico da 75 Kw che permetterà alla struttura di essere la prima delle Marche ad emissione zero. Cogliamo inoltre l’occasione per ricordare che nei mesi di luglio ed agosto il Museo è aperto tutti i giorni dalle ore 16, alle ore 22. Per informazioni 347.3704310 o malacologia@fastnet.it.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 255 volte, 1 oggi)