MARTINSCURO – Colpito al volto con un calcio, è stato ricoverato al Mazzini di Teramo nel reparto di neurochirurgia. Ha avuto serie conseguenze l’aggressione subita da un quindicenne di Nereto picchiato da un coetaneo di Martinsicuro. In base ad una prima ricostruzione effettuata dai Carabinieri di Martinsicuro, la lite tra i due sarebbe scoppiata per un futile motivo.

I due adolescenti si sono incontrati per caso sulla spiaggia di Villa Rosa, e il martinsicurese avrebbe rievocato un episodio risalente ad una partita di calcio disputata alcuni mesi fa dai due ragazzi, che giocano in due squadre locali. Evidentemente il rancore provato nei confronti del compagno si è trasformato subito in forza bruta, tanto che il quindicenne neretese sarebbe stato aggredito prima con dei ceffoni e poi con un calcio in pieno volto. Il colpo gli ha procurato un trauma facciale, la frattura della mandibola e del setto nasale. Trasportato in un primo momento all’ospedale di Sant’Omero, è stato poi trasferito al nosocomio di Teramo dove è stato ricoverato con una prognosi di venti giorni.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.042 volte, 1 oggi)