ASCOLI PICENO – Ascoli Calcio (e non solo, visto quanto accaduto o sta accadendo a società storiche come Perugia, Rimini, Mantova, oltre al Gallipoli) in difficoltà per l’iscrizione al campionato di Serie B. Così il sindaco del capoluogo Piceno, Guido Castelli, è intervenuto in merito alle notizie che arrivano dalla società del capoluogo piceno: «Sto seguendo con particolare attenzione le vicende dell’Ascoli Calcio che in queste ore hanno destato forte preoccupazione in tutta la cittadinanza ascolana. Inutile dire che anche io sono molto preoccupato perché l’Ascoli è un bene primario per la città e l’amore che tutti noi abbiamo per la squadra di calcio bianconera va ben oltre le difficoltà di questo momento. Da diversi giorni sono in continuo contatto con il presidente Roberto Benigni e con gli altri dirigenti dell’Ascoli».
Continua: «Sto seguendo passo dopo passo tutte le operazioni che sono state messe in atto per ottemperare a tutte le operazioni necessarie per regolarizzare la posizione della nostra amata squadra di calcio e mi sono messo a disposizione per qualsiasi tipo di intervento possa servire a scongiurare le ipotesi più pessimistiche. Ho sentito il patron Benigni e mi ha assicurato che si sta impegnando in prima persona per non correre alcun rischio. Ai tifosi posso solo dire che l’amministrazione comunale ha dato e continuerà a dare il suo massimo sostegno all’Ascoli Calcio nella profonda convinzione che l’Ascoli è un bene di tutti e che ognuno deve comunque fare la sua parte».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 705 volte, 1 oggi)