ASCOLI PICENO – Finalmente, i lavori per la realizzazione in tutto il Piceno della “Banda Larga” sono iniziati grazie all’impegno dell’Assessorato Provinciale all’Informatica che segue da vicino  la problematica del digital divide così sentita dai Comuni e dalle imprese.

La scorsa settimana, la ditta incaricata ha, infatti, avviato i lavori per la posa dei cavi per la fibra ottica sulla strada provinciale 207 “Lungotronto “, nei pressi della frazione di Ponte d’Arli, in territorio del Comune di Acquasanta. Lo stesso assessore Provinciale all’Informatica Filippo Olivieri, insieme ad Andrea Stipa del Servizio Informatica dell’Ente, ha effettuato un lungo sopralluogo al cantiere per rendersi conto di persona dello stato di avanzamento delle opere che consentiranno la collocazione della fibra ottica per i collegamenti Adsl della zona montana, a partire da Mozzano fino ad Arquata, passando per Acquasanta.

Per quanto riguarda la posa della fibra ottica nei tratti viari non di competenza provinciale, Infratel sta valutando l’opportunità di chiedere all’Anas il permesso di posizionamento sui tratti interessati della Salaria di sua competenza oppure adottare soluzioni alternative attraverso altre vie.

«Fin dall’inizio del mandato amministrativo, la Provincia insieme alla Società Infratel s.p.a. incaricata dalla Regione Marche per la stesura della fibra ottica sulle strade provinciali, sta lavorando con grande impegno e determinazione per garantire all’intera comunità Picena un servizio essenziale per i cittadini e le aziende – ha evidenziato l’assessore Filippo Olivieri – non è, infatti, pensabile lasciare scoperta nessuna zona per consentire a tutta la collettività di accedere alle importanti opportunità che Internet veloce offre ad operatori economici e privati.»

«Di concerto con il Presidente Celani, a cui ho riferito le risultanze del sopralluogo – ha concluso Filippo Olivieri – l’Assessorato sta operando per l’attuazione della banda larga anche attraverso un costante monitoraggio per il superamento del digital divide e la creazione di un sistema di accesso di tipo wireless nelle aree non coperte. Ho informato dello stato dei lavori anche l’Assessore Petrucci che, anche come Sindaco di Arquata, segue con particolare attenzione e sollecitudine tutta la problematica».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 941 volte, 1 oggi)