GROTTAMMARE – Un particolare  punto d’arrivo, che è anche una partenza, per la manifestazione “Sconfiniamo”, domenica 27 giugno, in piazza Kursaal, che ha visto come fuori programma conclusivo della manifestazione dedicata al tema del diritto di asilo e dell’accoglienza nelle comunità locali, organizzata dall’altra Consulta comunale, quella per la Fratellanza tra i popoli, la consegna degli attestati ai partecipanti stranieri del corso di italiano,

Il corso si era concluso venerdì 25 giugno  e a ritirare i certificati di partecipazione c’erano alcuni dei partecipanti, provenienti dall’Europa dell’est, dall’Africa  e dall’Asia. A consegnarli, l’assessore alle politiche sociali Daniele Mariani e la coordinatrice, nonché insegnante del corso, Helena Silveira Netto Trentin  (docente presso l’università di Pescara).

Il corso, partito nel mese di aprile, si è tenuto nella sede della Consulta degli stranieri di Grottammare, in via via Crucioli, con lezioni bisettimanali. Vi hanno preso parte complessivamente 20 persone, provenienti da varie parti del mondo, ma la certificazione è stata sottoscritta dal sindaco Merli e dalla docente Trentin a 13 partecipanti, quelli cioè che avevano accumulato un numero di lezioni sufficienti a raggiungere il livello base del percorso linguistico.

Gli altri, sono quelli che si sono aggiunti nel corso delle settimane, ma potranno prendere parte alla prossima edizione che l’assessore Mariani già annuncia: «Credo che sia essenziale, per uno scambio più proficuo tra le varie culture, avere un elemento in comune importante come quello della lingua. È quindi nelle nostre intenzioni proseguire su questa strada, sia con un corso più avanzato per chi ha già frequentato quello base o ha comunque acquisito una conoscenza minima dell’italiano, sia  replicare quello che si è appena concluso, di livello base, per chi non l’avesse».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 369 volte, 1 oggi)