MARTINSICURO – Sagre, mercatini, mostre, spettacoli musicali, rappresentazioni teatrali e manifestazioni sportive. L’estate truentina si colora di eventi, tra innovazione e tradizione. Il calendario ufficiale organizzato dall’amministrazione comunale in collaborazione con le associazioni del territorio presenta una serie di appuntamenti per tutti i gusti. Dalle immancabili sagre enogastronomiche (tra cui la Sagra della Pecora alla Callara dal 7 all’11 luglio, la Sagra Santa Maria Bambina dal 21 al 25 luglio, la Festa della Birra dal 14 agosto al 17) al teatro, con spettacoli previsti sul lungomare di Martinsicuro e Villa Rosa, alle manifestazioni sportive, con il Trofeo “D.Bosica” di pattinaggio corsa (3 luglio), l’immancabile Regata Storica di battelli a tre remi (14 agosto), o il Campionato Italiano di Cultura Fisica (17 luglio). Torna poi l’atteso appuntamento di Olè el Toreador, organizzato dalla Pro Loco di Martinsicuro, che quest’anno si terrà in tre serate dal 5 al 7 agosto, e il tradizionale Carnevale estivo che si terrà il 24 luglio e il 12 agosto.

Accanto agli appuntamenti di sempre, arrivano anche alcune interessanti novità. Dal 28 luglio al 3 agosto si terrà la prima edizione del Martinbook Festival: per una settimana il lungomare di Martinsicuro si animerà con esposizioni di libri, incontri con autori, letture di poesie. Sono già diverse decine le case editrici di livello nazionale che hanno risposto all’invito a partecipare, così come giornalisti, intellettuali e scrittori provenienti anche dall’estero, che saranno impegnati in presentazioni di volumi, dibattiti, letture. All’interno della manifestazione si assegnerà il Premio Letterario Internazionale Città di Martinsicuro, un concorso che seppure alla seconda edizione è cresciuto notevolmente con oltre 150 opere in concorso.

Anche il Museo Archeologico di Castrum Truentinum sarà protagonista delle serate estive all’insegna della cultura, con una serie di mostre ed eventi organizzati nella suggestiva cornice della Torre di Carlo V, dal 22 luglio al 31 agosto.

Tra questi l’esposizione di ceramiche del martinsicurese Emidio Di Paolo, ma anche la mostra itinerante “Le macchine di Leonardo” – in cui saranno esposte le riproduzioni di venti modelli in scala delle intuizioni del genio del Rinascimento italiano – e “Giotto ad Assisi”, con riproduzioni delle principali opere del maestro del Trecento realizzate durante i suoi soggiorni nella città umbra.

Le mostre rientrano nell’iniziativa “I Popoli del Mare”, e sono organizzate dal Comune di Martinsicuro in collaborazione con enti ed associazioni tra cui la Confederazione dei Cavalieri Crociati di Malta, la Marina Militare, Assonautica, la Lega Navale ed altri partners. Lo scopo è quello di promuovere occasioni di incontro tra le realtà locali (nel campo dell’arte, musica, artigianato, prodotti tipici) lungo la costa. A tal proposito le associazioni coinvolte, con circa 40 barche, percorreranno nei mesi estivi il mare Adriatico da Rimini alla Sicilia fino ad arrivare a Malta.

Dal primo luglio fino al 15 agosto inoltre il Museo Archeologico di Martinsicuro sarà aperto nei fine settimana dal giovedì alla domenica dalle 20 alle 24, con la possibilità di effettuare visite guidate. Novità di quest’anno sarà l’ingresso, non più gratuito, ma dal costo di 3 euro. «E’ una somma modesta – ha affermato il consigliere delegato alla Cultura Massimo Vagnoni -che sarà reinvestita totalmente nel Museo per la gestione e l’organizzazione degli eventi. Il biglietto prevederà l’accesso anche alle mostre che di volta in volta si terranno al suo interno».

Per l’organizzazione delle manifestazioni, il Comune per ovviare alla mancanza di fondi ha fatto richiesta di sovvenzioni a Provincia e Regione, presentando progetti culturali che gli enti sovracomunali hanno in parte finanziato per la riconosciuta valenza di promozione del territorio. Tra questi il Martinbook Festival, i cui 20mila euro di costo saranno totalmente coperti da sovvenzioni derivate da Provincia e Regione ma anche da sponsor. L’amministrazione ha poi dovuto fare delle inevitabili scelte e rinunce, alla luce delle minime disponibilità economiche. «Quest’anno non ci saranno i tradizionali fuochi d’artificio a ferragosto – ha spiegato Vagnoni – il cui costo è stato reimpiegato nell’organizzazione di altre mostre ed eventi. Per l’allestimento del calendario estivo – ha aggiunto – voglio ringraziare tutte le associazioni locali, a partire dalle Pro Loco di Martinsicuro e Villa Rosa, per la consueta disponibilità ad organizzare manifestazioni di diverso genere che ci auguriamo possano trovare il gradimento di residenti e turisti».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 637 volte, 1 oggi)