Nel prossimo numero di Riviera Oggi Estate 

CUPRA MARITTIMA – Un momento da conservare tra i ricordi più belli legati alla vacanza a Cupra. Lo hanno vissuto alcune famiglie nella sera di lunedì 28 giugno presso l’hotel Ideal. Dato che il turismo di Cupra si rivolge soprattutto alle famiglie che la scelgono come meta di vacanza da generazioni per il clima, per il mare, per il paesaggio e per l’accoglienza, amando questo paese forse più di alcuni cittadini, il titolare dell’hotel Ideal, Gino Sciamanna, ha pensato di organizzare cerimonia per ringraziare ufficialmente queste famiglie consegnando loro un piccolo dono insieme all’amministrazione Comunale, ovvero al vicesindaco Anna Maria Cerolini e l’assessore al turismo Marco Malaigia.

«Abbiamo voluto consegnare loro un piccolo dono – ha spiegato Sciamanna – a simboleggiare il nostro riconoscimento nei confronti di chi sceglie e torna a scegliere Cupra come luogo di vacanza e legandonsi poi al suo territorio in un rapporto che va al di là del semplice turismo».

Ad essere premiate sono state la famiglia Pinto che dalla Svizzera torna a Cupra da 32 anni, così come i Biondi da Como, i Zaglia dalla Provincia di Verona scelgono le nostre spiaggie da 40 anni, i Mariani da Milano arrivano qui da 31 anni, i Porcari di Tivoli da 32, e due famiglie Corigliano, dalla Provincia di Milano: entrambe scelgono Cupra da oltre 50 anni, ovvero da 4 generazioni.

Ha sottolineato la Cerolini: «Ringrazio queste famiglie per la loro fedeltà verso Cupra. Noi ci impegneremo a migliorarla senza però stravolgerne la personalità, rendendola ancora più accogliente ed ascoltando anche i vostri suggerimenti».

«Spesso noi amministratori – ha concluso Malaigia – ci domandiamo cosa fare per sponsorizzare e pubblicizzare Cupra. In momenti come questo ci rendiamo conto che sono persone come voi gli “ambasciatori” ed il veicolo di comunicazione più importante poiché tornate a scegliere questo paese, da visitare non solo per il mare ma anche per il suo entroterra, la storia e la cultura. Infatti sono il passaparola e le esperienze legate all’accoglienza le basi fondamentali per fare turismo».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 833 volte, 1 oggi)