SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Niente più box sotterranei per le auto, idea contestatissima dai residenti, sì a una condivisione civica e a una piazza “aperta”.

Via Montebello, la storica piazza della Verdura attende una rimessa in sesto davvero necessaria, perchè è uno spazio importante. Perchè così com’è oggi è poco agibile e anche poco presentabile. Perchè, infine, sono stati spesi tanti soldi per la vicina piazza Matteotti e anche questa, di piazza, meriterebbe lo sforzo progettuale dei tecnici e i soldini del Comune.

Sentiamo cosa dice in merito l’assessore ai Lavori Pubblici, Leo Sestri: «Riqualificare Piazza della Verdura, dopo che abbiamo abbattuto il malsano e fatiscente mercatino coperto di via Montebello, sarà un’opera pubblica su cui puntiamo fortemente per la fine del nostro mandato».
L’input politico che viene dai consiglieri di maggioranza, afferma Sestri, è quello di creare una piazza e uno spazio il più possibile “aperti”. Uno slargo dove si possa godere di una visuale libera, dove possano giocare i bambini, dove gli adulti e i giovani possano incontrarsi e fermarsi a chiacchierare. E dove i commercianti ambulanti possano vendere i prodotti ortofrutticoli nei giorni di mercato.
Aggiunge l’assessore: «Intendiamo realizzare un progetto funzionale anche a collegare la nuova Piazza della Verdura con la passeggiata pedonale di via Pizzi, dove nei mesi scorsi abbiamo allargato i marciapiedi, e con le scalette che scendono da via Gramsci davanti alla stazione ferroviaria. In questo modo, il visitatore che arriva a San Benedetto si trova agevolmente nel cuore della città, lungo un percorso coerente e aperto».
Comunque, rassicura Sestri, nelle prossime settimane partirà una campagna d’ascolto da parte del Comune, per raccogliere idee e proposte per la progettazione definitiva della piazza.

Una parte dei fondi per i lavori verranno dalla vendita dell’ex mattatoio di via Manara e dell’ex magazzino del settore Lavori Pubblici in via Tonale, due immobili del patrimonio comunale non più utili alla cittadinanza.

Il primo settembre è il termine ultimo per la presentazione delle domande di acquisto. Il ricavato totale previsto dal Comune si aggira sul milione e mezzo di euro.

«Se i lavori andranno a gara entro ottobre – conclude Sestri – contiamo di dare la nuova piazza alla città nel mese di aprile 2011».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 966 volte, 1 oggi)