ANCONA – Le Marche anticipano a sabato 3 luglio la data di inizio delle vendite estive di fine stagione. Lo ha stabilito la Giunta regionale, su proposta dell’assessore al Commercio, Antonio Canzian. L’esecutivo ha modificato il precedente calendario (approvato nel mese di novembre 2009), che prevedeva l’avvio il 7 luglio. Le vendite termineranno il 30 settembre 2010.

«L’anticipo – sottolinea Canzian – è stato richiesto dalle associazioni delle imprese del commercio, per uniformare l’inizio delle vendite a quello delle regioni limitrofe, Abruzzo ed Emilia-Romagna, in modo da evitare lo spostamento di consumatori a scapito degli esercizi commerciali del territorio marchigiano. Lo scopo delle vendite scontate è proprio quello di sostenere l’attività commerciale e favorire i consumatori. La mancanza, di uniformità, però, specie nei territori di confine, crea difficoltà e svantaggi competitivi, che annullano le ricadute positive attese e penalizzano gli operatori. Con il provvedimento adottato, la Giunta intende garantire ai commercianti e ai consumatori marchigiani le stesse opportunità degli altri territori, superando le difformità amministrative esistenti».

Il periodo e le vendite di fine stagione sono stabiliti dalla Giunta regionale, sentite le organizzazioni delle imprese del commercio e le associazioni dei consumatori maggiormente rappresentative a livello regionale. Le vendite di fine stagione possono essere effettuate solo in due periodi dell’anno. La delibera del 2009 prevedeva quelle invernali dal 2 gennaio al 1 marzo 2010 e l’estive dal 7 luglio al 30 settembre 2010 (data ora anticipata).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 345 volte, 1 oggi)