ASCOLI PICENO – Riccardo Scamarcio a difesa di Padre Mario Bartolini, il missionario di orgini ascolane da trent’anni impegnato in Perù in aiuto delle popolazioni povere dell’Amazzonia ma che attualmente è in attesa di giudizio con l’accusa di aver istigato le popolazioni locali alla rivolta contro il governo nazionale: a luglio si terrà il processo, in cui il pm chiederà fino a 11 anni di reclusione per il sacerdote.

L’attore si sarebbe infatti mostrato sensibile alla vicenda, e in generale alle difficoltà che vivono le popolazioni indigene in territori sfruttati economicamente dalle multinazionali e dai Governi che le appoggiano. A sostenerlo è l’operatore televisivo e regista Maurizio Bargiacchi, che già più volte, in prima persona, ha denunciato la situazione del Padre Missionario. In un incontro a Roma i due avrebbero affrontato il problema e Scamarcio si sarebbe mostrato disponibile ad una collaborazione per un documentario con immaggini dell’Ammazzonia e un videoclip musicale sull’associazione Missionari Aloe di Fermo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 778 volte, 1 oggi)