OFFIDA – Manca poco più di un mese ai campionati mondiali di ciclismo e a Offida il 26 giugno, si è svolto il “Memorial Ciabattoni-Tozzi“, gara a cronometro individuale che ha visto al via, sullo stesso tracciato che ospiterà la sfida iridata contro il tempo, i migliori cronomen italiani e qualche importante nome straniero. In 27, provenienti da tutta Italia, si sono schierati alla partenza sotto gli occhi di molti appassionati e, soprattutto, del commissario tecnico della nazionale Rino De Candido, giunto a Offida per sciogliere gli ultimi dubbi in merito ai due uomini da convocare per il campionato mondiale a cronometro.
La gara, lunga 28 chilometri e mezzo su un tracciato completamente chiuso al traffico automobilistico e piuttosto duro per una gara a tempo, ha visto primeggiare nettamente Nicola Rossi, l’atleta del team Work Service Brenta che ha concluso la prova in 41 minuti netti, alla media di oltre 41 chilometri orari e, a 36 secondi di distanza, Mirko Trosino del Team Ambra Cavallini Vangi. Terzo l’atleta ucraino Yaroslav Rubakha (Esinplast) a un minuto e 22 secondi.
«Alla luce del risultato odierno – ha detto il Ct italiano Rino De Candido – credo che Rossi e Trosino abbiano dimostrato di essere nettamente superiori su un tracciato del genere, in cui è necessario andar forte in salita. Naturalmente non è ufficiale, ma credo che se questi due uomini manterranno questa condizione anche ad agosto, potrebbero vestire la maglia azzurra e puntare al podio del campionato mondiale».

Ma la cronometro è valsa anche come ultimo test per il comitato organizzatore, guidato da Gianni Spaccasassi: «Non ci sono stati intoppi. Manca poco più di un mese al campionato del mondo e noi siamo già pronti»

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 332 volte, 1 oggi)