CUPRA MARITTIMA – L’obiettivo è quello di puntare alla maggiore indipendenza nella vita di tutti i giorni e ci riescono. Sono i che hanno preso parte al campo scuola organizzato dall’Unione Italiata Ciechi. In circa quattordici, di età compresa tra i 6 e i 12 anni, da tutte le Marche, hanno infatti partecipato all’iniziativa che nella settimana appena passata li ha visti al centro di una vacanza formativa all’interno del campeggio Led Zeppelin di Cupra Marittima. Sabato 26 giugno si è tenuta la cerimonia di conclusione della bella esperienza che si ripete ormai da diversi anni.

Adriano Giampieri, presidente Regionale dell’Unione Italiana Ciechi ha affermato: «Questa settimana trascorsa insieme è stata preziosa per tutti, giorni di vita quotidiana che vi hanno permesso di acquistare più autonomia anche nei gesti più semplici. Il modo migliore per ricordare questa esperienza è conservare quanto imparato e farne tesoro».

«Il vostro livelo di autonomia è alto – ha aggiunto Manuela Storini, coordinatrice del progetto – ora il passo successivo è quello di migliorare dal punto di vista della socializzazione. Mi rivolgo ai genitori e dico loro di coltivare le capacità di questi giovani che possono davvero diventare molto più indipendenti».

Anche il sindaco Domenico D’Annibali si è unito alla giornata e ha sottolineato che «la parte più viva di questa iniziativa sono i bambini. I complimenti vanno naturalmente agli organizzatori che sono riusciti a farli lavorare bene. Noi amministratori dovremmo pertanto investire ed impegnarci di più in ambiti riguardanti la sfera sociale. Mi fa molto piacere che abbiate scelto Cupra e vi invito a tornare anche per i prossimi anni».

Presente per l’occasione anche il vice presidente della Provincia e assessore alle Politiche Sociali Pasqualino Piunti che ha ricordato: «Dalla Provincia cerchiamo sempre di sostenere le associazioni come questa poiché sono la massima espressione della civiltà di un paese. È fondamentale in questo caso valorizzare i rapporti genuini tra ragazzi, organizzatori e genitori perchè solo coordinando le attività è possibile migliorarsi sempre di più».

Molto soddisfatto anche Adoriano Corradetti, presidente Provinciale dell’Unione Italiana Ciechi che ha ufficialmente ringraziato l’Irifor Nazione, la Provincia di Ascoli Piceno, la Regione Marche, il Comune di Cupra, le famiglie dei bambini e le instancabili animatrici che hanno lavorato a stretto contatto con i ragazzi: Adorina Nespeca, Gabriella Mancini, Erika Valentini, Fabia Piermarini, Jessica Bianchini, Cristiana Ricci e Andrea Rossi responsabile del Gruppo Giovani Provinciale. Ora sarà la volta di un altri gruppo di ragazzi più grandi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 628 volte, 1 oggi)