SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Una città ripulita dalle “tag” (firme) di writers improvvisati e un po’ idioti che sfregiano le opere d’arte? Speriamo di sì.

La Multiservizi, azienda municipalizzata, ha acquistato un macchinario che permette di rimuovere rapidamente la vernice dai muri e il primo rapido intervento è già stato effettuato sugli scogli scolpiti al molo sud, ovvero le decine di opere realizzate durante le varie edizioni di “Scultura viva”. Nei prossimi giorni Multiservizi e Comune definiranno le modalità per offrire anche ai privati questo servizio. In altri termini, si potrà richiedere un intervento agli operai della società, per ripulire pareti gratuitamente o ad un costo comunque molto contenuto. Il macchinario è costato alla Multiservizi circa 20 mila euro.

«Sin dal mio insediamento ho sempre prestato attenzione al decoro urbano e in particolare ai graffitti che abbruttiscono varie zone della città», afferma il sindaco Gaspari, «Il nuovo macchinario acquistato dalla Multiservizi è un’opportunità che il Comune intende sfruttare, per interventi rapidi. Resta naturalmente valido l’invito ai writer a tenere pulita la città. Il “pubblico” infatti non è qualcosa che riguarda gli altri, ma tutti e ognuno di noi, residenti e turisti».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 579 volte, 1 oggi)