RIPABERARDA – Spettacolare pomeriggio di Boxe, quello che si è tenuto domenica 20 giugno al Palazzetto dello sport “Olimpia” di Ripaberarda, organizzato dalla sezione ripaberardese della Accademia Pugilistica Kaflot di San Benedetto del Tronto.

Gli atleti del Maestro Kaflot Kabunda e del presidente Luigi Cava hanno sfidato i migliori atleti della Boxing Club Castelfidardo ed i temibili boxeurs della pugilistica pugliese di Bari e Lecce in incontri dal sapore antico tanta è stata l’intensità dei confronti.

Entusiasmanti le vittorie di Riccardo Curzi e Aimedo Gulamuso che hanno dato vita, rispettivamente contro il marchigiano Aridon e il barese Gena, a due vivacissimi match apprezzati dal caloroso pubblico; vittorie anche per Silvio Secchiaroli e BartolomeoTryzna che, per intervento medico determinato da sfortunati guai fisici occorsi ai rispettivi avversari Fiore e Zuccaro, si sono aggiudicati il punteggio pieno per l’anticipata interruzione dei loro incontri.

Il confronto con nuove scuole pugilistiche come quelle della “Boxe Portoghese” di Bari e della “Boxe Lecce”, allargando i confini spesso troppo angusti del pugilato marchigiano, rappresentano certamente un arricchimento di stile ed esperienza che indubbiamente favorirà la crescita dei pugili della Kaflot ormai prossimi al passaggio di serie.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 604 volte, 1 oggi)