GROTTAMMARE – Si terrà il 6, 7 ed 8 agosto sempre al Parco delle Rimembranze la XXVI edizione di Cabaret amoremio!, un festival ormai consolidato a livello nazionale. Anche quest’anno sono molti i nomi di rilievo che calpesteranno il palco grottammarese, a partire da Giobbe Covatta, che verrà premiato durante la terza serata con la prestigiosa Arancia d’Oro, a Enrico Montesano, il 7 agosto e il Mago Forest l’8 agosto.

Riconfermato alla conduzione il duo Enzo Iacchetti e Mascia Foschi, come anche la Mabo’ Band per l’accompagnamento musicale, mentre l’ospite fisso sarà Maurizio Lastrico, comico genovese che abbiamo visto sul palco di Zelig con i “monologhi danteschi”.

Sul palco nell’ultima giornata salirà anche Francesco De Carlo, vincitore della scorsa edizione del festival grottammarese, e dal gemellato Festival di Modena il 6 agosto Enrico Zanbianchi e l’8 agosto Samuel Brocherio.

I 12 cabarettisti che si sfideranno, come spiega il presidente del Lido degli aranci Giuseppe Cameli, sono stati selezionati durante l’inverno, attraverso tre modalità: le selezioni itineranti in collaborazione con altri festival a Roma e Milano, le tre serate di selezione al Teatro delle Energie e tramite provini in videocassetta.

«È l’evento della città – ha affermato il sindaco Luigi Merli, che si colloca in un contesto di accoglienza turistica. È una manifestazione che per ora è sopravvisuta alla crisi, ma i fondi scarseggiano. Quando si taglia è ovvio che prima si vada ad intaccare la cultura e il turismo e non il sociale, ma il turismo è il motore che può combattere la crisi. Non sappiamo se il prossimo anno riusciremo a mettere in campo il Cabaret amoremio!, godiamoci la festa di quest’anno».

La ventiseiesima edizione non è da meno rispetto alle precedenti e questo è stato possibile, nonostante la crisi, grazie agli artisti che partecipano con un cache ridotto, grazie anche all’amicizia che li lega con la macchina del cabaret. Anche il direttore artistico Pepi Morgia Lo sponsor più grande, come spiega l’assessore Enrico Piergallini, è la Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno che quest’anno ha contribuito con 25 mila euro.

«Questo festival – spiega Emilio Neroni presidente della Fondazione – è il prototipo di iniziativa che la Fondazione intende sostenere. Da sempre agiamo con investimenti oculati che ci permettono di procurare i fondi, inidividuamo poi le iniziative in base al criterio della crescita del territorio».

Il problema dei fondi e dei tagli alla cultura è ripreso anche da Gino Troli dell’Amat: «Bombardare in questo modo la cultura è come bombardare sè stessi: ci sono moltissime persone che lavorano nella cultura e verranno tagliati molti posti anche i questo campo. Come Amat siamo sempre costanti a Grottammare, proprio perché è, nonostante tutto, sempre vivace e interessata, il polo Grottammare è il polo dello spettacolo. La comicità sembra prosciugata, in realtà non è così, vive del pubblico e qui c’è ed è molto attento».

Piena soddisfazione dal reparto cultura, rappresentata dalla dirigente Fiorella Fiore: «Occorre far crescere queste manifestazioni e ricordare che dietro ci sono persone che lavorano senza guardare l’orologio. C’è passione e un’atmosfera particolare, che in genere non viene respirata da un dipendente comunale. Il ringraziamento quindi va a tutte le persone che “da dietro” contribuiscono alla manifestazione».

Quest’anno il Cabaret amoremio! avrà anche una coda, grazie alla collaborazione di Pier Mario Maravalli di Piceno eventi che, oltre al concerto del 5 agosto dei Litfiba che è prossimo alla vendita del duemillesimo biglietto, proporrà il 10 agosto sempre al Parco delle Rimembranze lo spettacolo musicale di Enzo Iacchetti, “Chiedo scusa al signor Gaber” di cui proprio durante la scorsa edizione del Cabaret presentò in anteprima alcune canzoni. Per questo spettacolo il biglietto è di 15 euro.

Per quanto riguarda il Cabaret amoremio!, che anche quest’anno vede riconfermata la partecipazione di Radio2, il prezzo dei biglietti è bloccato: abbonamento 50 euro, posto fisso 18 euro e posto libero 13 euro. Le biglietterie sono le stesse del circuito Amat.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 709 volte, 1 oggi)