SAN BENEDETTO DEL TRONTO – L’Itb non si ferma. Solo la settimana scorsa si era svolto l’incontro voluto dal Presidente Ricci per brindare alla stagione estiva ricca di collaborazioni con l’entroterra marchigiano e per la presentazione di nuovi concorsi volti alla promozione per l’eccellenza nel settore imprenditoriale balneare. Nella mattinata di sabato 19 giugno presso lo chalet Rivabella di San Benedetto, l’Itb con una sorta di provocazione, lancia una nuova iniziativa, distribuendo a tutti gli associati, le famose magliette ispiratesi al presidente Obama, che citano questo slogan interrogativo “Why can’t we?” perché noi non possiamo?

La maglia è stata creata in collaborazione con l’azienda Romcaffè rappresentata da Luigi Santori e sarà indossata in tutte le spiagge italiane, per coinvolgere l’opinione pubblica sulle problematiche del turismo balneare. «Questa vuole essere una campagna di sensibilizzazione verso i politici italiani -sostiene il Presidente Ricci – ci stiamo chiedendo come mai siamo arrivati a questo punto e per quale motivo ci vogliono impedire di fare il nostro lavoro lasciandoci soli a noi stessi e senza ascoltare le nostre problematiche, dai canoni demaniali che aumentano in anno in anno e per la famosa terza sanzione da parte dell’Unione Europea prevista dall’articolo 43 del Trattato di Maastricht». Per l’estate già iniziata oltre ai life guard in maglia rossa aspettatevi gli uomini in bianco dell’iniziativa “Why can’t we?” che vogliono essere ascoltati.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 321 volte, 1 oggi)