GROTTAMMARE – Sulla festa delle scuole calcio (grande momento di aggregazione per i piccoli calciatori che si sono ritrovati per festeggiare la fine di un anno vissuto assieme), Robur 2008 e Grottammare1899, tenutasi domenica 13 giugno al Pirani, è voluto tornare il responsabile dell’area tecnica Pino Aniello (uno dei pilastri che negli anni ha contribuito a rendere importante il paese di Grottammare nel cacio) in quanto nonostante fosse presente anch’esso alla manifestazione, molti giornali non lo hanno citato:«Ho letto su molti giornali che alla festa erano presenti alcuni dirigenti, ma nessuno ha scritto che ho presenziato anche io all’evento, sostituendo il presidente Furnari, che non è potuto intervenire a causa di impegni improrogabili presi in precedenza. La festa è stata organizzata per poter chiudere la stagione della scuola calcio del Grottammare 1899 “Andrea Santori” (si chiama così dal 1995, lo abbiamo deciso io e Amedeo Pignotti, in memoria di un calciatore grottammarese scomparso) e quella della Robur 2008 di Manni, con cui collaboriamo dall’inizio della passata stagione»
Nei 115 ragazzi che erano presenti, la maggior parte era della nostra scuola calcio.
Negli anni il Grottammare ha sempre guardato con un occhio particolare il settore giovanile. La società ha curato sia l’aspetto sportivo (ludico e motorio) che quello sociale. Quest’anno, con l’avvento di Furnari, è stata possibile la riorganizzazione della scuola calcio, grazie a nuovi investimenti, e soprattutto alla collaborazione di Massimiliano Manni con la sua Robur 2008.

«Ringrazio tutto lo staff, tutti i genitori e bambini e da ultimo, ma non per priorità o per importanza, l’amministrazione comunale che ci ha aiutato tanto. Per quanto concerne la prima squadra nel fine settimana -conclude Aniello- chiarirò molti vostri dubbi sui calciatori che il prossimo anno vestiranno la maglia biancoceleste».
Intanto, dopo la riconferma alla guida tecnica dell’allenatore Paolo Del Moro, il Grottammare sembra puntare in alto per la prossima stagione infatti sta discutendo la riconferma del portiere Domanico (che si aggiungerebbe alle riconferme già ufficializzate di Oddi, De Angelis, Orlandi, Faraone, Marcatili, Giovagnoli e Piemontese) e sta convincendo a rimanere anche Ludovisi . Inoltre  sul mercato secondo voci non confermate  starebbe trattando i clamorosi   ritorni di Traini e Andrea Bucchi attualmente entrambi in forza alla Santegidiese e anche gli arrivi di due ex bandiere del Centobuchi come Corradetti e Simoni.
Buone notizie intanto arrivano anche da parte del sindaco Merli: «Abbiamo iniziato a fare le dovute verifiche per vedere se il campo adiacente al “Pirani” è idoneo per realizzare ciò che la società ci ha chiesto. Non abbiamo dubbi sul fatto che tutto andrà bene, ma la prassi ci obbliga a fare questi controlli. Sono ottimista sull’inizio dei lavori prima del termine dell’estate».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 607 volte, 1 oggi)