ASCOLI PICENO – Grazie ad un tempestivo intervento congiunto delle volanti della Squadra Mobile della Questura di Ascoli e del Nucleo Operativo e Radiomobile dei Carabinieri, sabato mattina è stato arrestato in flagranza di reato il 42enne Stefano Di Luca di Civitella del Tronto.

Intorno alle ore 11.00 infatti, nel pieno centro storico di Ascoli, Di Luca si è avvicinato ad una ragazzina di tredici anni che era seduta in macchina in attesa della madre e, dopo essersi parzialmente denudato, ha iniziato a toccarsi nelle parti intime, per poi fuggire precipitosamente, spaventato dalle urla della piccola.

Dopo pochi minuti tuttavia, grazie alle descrizioni fornite dalla madre al 113, è stato bloccato, poco distante, all’altezza di viale Indipendenza.

L’uomo, che “vanta” già nel cassetto altre denuncie per episodi similari, è stato condotto in Questura dove, nonostante lo choc subito, la ragazzina lo ha riconosciuto osservandolo attraverso un vetro schermato, ed è stato arrestato per i reati di atti osceni in luogo pubblico e corruzione di minorenni e, su disposizione del Pubblico Ministero di turno, condotto in carcere.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 638 volte, 1 oggi)