SAN BENEDETTO DEL TRONTO – A cavallo dei mesi di luglio e agosto sarà proprio la città di San Benedetto ad ospitare i Campionati Europei di pattinaggio, che vedranno la partecipazione di ben venticinque rappresentative nazionali. Per l’occasione si è lavorato su l’intero impianto della pista Panfili che, oltre al riammodernamento del manto, è stato dotato di una nuova tribuna di ben cinquecento posti posizionata sul lato ovest. Presso il quartiere Agraria di Porto d’Ascoli, intanto, sono ormai in fase di conclusione i lavori per la realizzazione dell’anello che ospiterà le gare su strada della competizione continentale; l’impianto ha già riscosso gli elogi di Giovanni Martignon, responsabile del settore tecnico della nazionale azzurra: “una pista larga e ben calibrata nelle curve che riscuoterà successo in tutta Europa”.

Proprio in questi giorni è arrivata la nazionale azzurra di pattinaggio corsa, alloggiata presso l’Hotel Garden, nei pressi della pista Panfili, e guidata dal c.t. Massimiliano Presti, per allenarsi sul nuovo circuito proprio in vista degli Europei.

“Questa di San Benedetto è un’ottima pista – sottolinea Presti – e la vicinanza con altre le altre strutture ci garantisce di poter sfruttare al meglio questo periodo di preparazione. Saranno però i Campionati Italiani che si svolgeranno la prima settimana di luglio a Cardano al Campo, a definire la rosa dei selezionati e la forma fisica di ciascun atleta. Trattandosi dei Campionati Europei, speriamo qui a San Benedetto di far leva anche sul tifo e di poter dare il meglio”.

“I Campionati che si svolgeranno a San Benedetto dal 28 luglio al 7 agosto – interviene Piero Sozzi, vicepresidente vicario della Fihp – saranno i più importanti grazie al numero di atleti partecipanti e permetteranno alla stessa città di incrementare la domanda turistica nei mesi estivi”.

“Un ringraziamento – interviene Romolo Bugari della Pattinatori Sambenedettesi – va senz’altro al Consorzio del Bacino Imbrifero del Tronto e al suo presidente, Luigi Contisciani, nonché alla ditta Toro del signor Capretti di Ancarano che hanno provveduto alla concreta realizzazione della tribuna”.

“Il Consorzio è purtroppo – fa notare Contisciani – una realtà quasi sconosciuta sul territorio; al contempo è stata però capace di erogare negli ultimi anni ben sette milioni di euro a favore del turismo e delle energie alternative. Nel caso specifico della tribuna di San Benedetto siamo felici di aver contribuito a rinnovare l’immagine della pista in occasione dei Campionati Europei ma, al contempo, siamo sicuri che la struttura rimarrà alla città e potrà essere utilizzata in qualsiasi altra manifestazione”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 578 volte, 1 oggi)