GROTTAMMARE – Saranno i bambini ad aprire la Giornata mondiale del rifugiato, domenica 20 giugno dalle 18,30 in piazza Kursaal, con uno spettacolo teatrale che mostrerà i diritti fondamentali dell’uomo, tratto dal libro “Lo zio diritto” dello scrittore per l’infanzia Roberto Piumini.

La giornata proseguirà con una tavola rotonda in cui si discuterà dell’accoglienza tramite anche le testimonianze dirette dei rifugiati.

Alain Patient Tsafack (Camerun) e  Ibrahima N’Diaye (Guinea-Conakry), destinatari del progetto Sprar (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati) del Comune di Grottammare, saranno tra gli ospiti della tavola rotonda in programma nel tardo pomeriggio, per raccontare  esperienze e visioni dell’accoglienza e dell’integrazione. “Diritti al punto” è il titolo del confronto che investirà anche il pubblico presente ed al quale prenderanno parte il sindaco di Grottammare, Luigi Merli, il  presidente del Gus Italia, Paolo Bernabucci, e l’avvocato Cristina Perozzi, esperta in diritti umani.

Altro ospite d’eccezione, lo sceneggiatore Riccardo Biadene, co-autore del film documentario “Come un uomo sulla terra”- sui viaggi delle persone in fuga dall’Africa centrale, attraverso la Libia e le sue prigioni –  che verrà proiettato al calar della notte, dopo una breve introduzione.

Previsti un piccolo mercatino del commercio equo e solidale, a cura del SOS missionario, e  una pausa-degustazione offerta dal panificio Andrei e dalle Cantine Carminucci di Grottammare.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 450 volte, 1 oggi)