CUPRA MARITTIMA – Si chiama “Musica e conchiglie” ed è la trentaquattresima edizione della mostra internazionale di malacologia a Cupra Marittima, nella sede del museo malacologico. L’esposizione è stata inaugurata sabato 6 giugno e vede protagonisti alcuni straordinari strumenti musicali realizzati con le conchiglie o intarsiati con la madreperla provenienti da tutto il mondo: strumenti a corda del Vietnam, dell’Afganistan, del Senegal, conchiglie utilizzate come tromba in India, Filippine, Tahiti, sonagli di guerra degli indiani americani. Non mancano le straordinarie fisarmoniche del Museo internazionale di Castelfidardo, i cui tasti e bottoni sono tutti in madreperla e dove le insegne delle prestigiose aziende produttrici, a partire da Paolo Soprani, sono rigorosamente intarsiate in madreperla.

In occasione della inaugurazione un fisarmonicista d’eccezione, Mirco Patarini, ha fatto conoscere il suono della fisarmonica al mondo della malacologia. Nel corso della cerimonia inaugurale sono consegnati anche due premi prestigiosi. Il riconoscimento “Una vita per la malacologia 2010” è andato al malacologo Serge Gofas, professore titolare di scienze naturali all’università di Malaga in Spagna, e il “Premio Malacologia” alla memoria del Conte Leo Ceschi a Santa Croce, collezionista di “Volute”, recentemente scomparso a Vicenza. Un riconoscimento speciale è stato assegnato al cofondatore del Museo Tiziano Cossignani e al giornalista Marcello Iezzi. Ha presenziato il sindaco di Cupra Marittima Domenico D’Annibali.

Le mostre resteranno aperte fino al 20 settembre dalle ore 16 alle 20 di tutti i giorni, festivi compresi. In luglio ed agosto l’orario di chiusura sarà prorogato fino alle ore 22. Per informazioni è possibile scrivere a malacologia@fastnet.it e telefonare ai 347.3704310.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.032 volte, 1 oggi)