SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Non c’è pace per il sindaco Gaspari che, tra consigli comunali sospesi causa Nazionale e nuovi parcheggi del lungomare contestati, deve ora fare i conti con il ritorno alla carica dei commercianti di Via Montebello, che hanno fatto riesplodere la propria ira per le condizioni della strada del centro nei giorni di mercato.

«I posteggi degli ambulanti – tuona il comitato – sono dislocati di fronte alle vetrine e agli ingressi dei negozi. Una situazione unica al mondo, oltretutto autorizzata dal Comune».

Situazione di disagio che proseguirebbe poi nelle vie limitrofe del mercato, dove «gli automezzi sostano nelle zone vietate con grave pericolo per l’incolumità pubblica. Ma, nonostante gli innumerevoli appelli, nulla è mutato».

Un immobilismo del Comune che, a detta degli imprenditori, sarebbe giustificato dalla volontà di arrivare alle elezioni del 2011 senza fastidiosi scossoni: «Dobbiamo nostro malgrado constatarlo. L’amministrazione sembra che cerchi di prendere tempo per giungere a fine mandato senza affrontare il problema. Stesso discorso vale per le associazioni di categoria Confcommercio, Confesercenti e Cidec».

Si tratta della seconda frizione in pochi giorni tra i commercianti di via Montebello e il Comune. La prima relativa all’assegnazione del contributo economico relativo alla Notte Bianca 2010, che a quanto pare non dovrebbe oltretutto superare i 20 mila euro. Non proprio fondi comunali, bensì soldi provenienti dal progetto “centri commerciali naturali” promosso dalla Regione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 584 volte, 1 oggi)