SAN BENEDETTO DEL TRONTO – San Benedetto, insieme ad altri dodici Comuni delle Marche, metterà in atto una serie di strategie elaborate a livello europeo per incentivare il risparmio energetico nei comportamenti quotidiani dei cittadini.

Le strategie verranno promosse per 30 mesi dal gruppo regionale in collaborazione con la società “Sviluppo Marche spa” e l’Università Politecnica delle Marche e da altri otto gruppi provenienti da sei Paesi europei, quali Svezia, Polonia, Croazia, Slovenia, Grecia e la stessa Italia.

L’obiettivo, più in particolare, è quello di ridurre le emissioni di anidride carbonica e di arrivare all’auto-sufficienza energetica, definita dalle politiche energetiche europee, istituzionalizzando l’uso intelligente dell’energia nelle aree coinvolte dal progetto. L’accordo è stato firmato e presentato nei giorni scorsi ad Ancona.

Il Comune di San Benedetto era rappresentato dagli assessori all’Ambiente Paolo Canducci e ai Trasporti Settimio Capriotti. Canducci ha sottoscritto il progetto europeo “City_Sec” e il “Sec Strategic Paper”, insieme ai primi cittadini dei Comuni di Ancona, Ascoli Piceno, Civitanova Marche, Fabriano, Fano, Fermo, Jesi, Macerata, Osimo, Pesaro, Senigallia ed Urbino.

«In questi anni abbiamo fatto molto – ha spiegato Canducci dopo la firma – per innalzare il livello della consapevolezza e stimolare comportamenti virtuosi in campo energetico, attivando politiche volte sia a ridurre i consumi che ad incentivare azioni di supporto e sostegno finanziario alla cittadinanza, sia a favorire l’uso “intelligente” dell’energia. Il progetto in questione saprà affiancarci nel proseguimento della nostra attività».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 235 volte, 1 oggi)