SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ritorna anche quest’anno, dopo il gradimento ottenuto nelle passate edizioni (purtroppo nel 2009 ebbe la meglio la pioggia), la Festa Europea della Musica, che si svolgerà lunedì 21 giugno a partire dalle ore 18. Una maxi esibizione di musicisti dal vivo, per strada, nel salotto del centro di San Benedetto e presso la Rotonda di Porto d’Ascoli. Arte e musica insieme, dal vivo, con la città invasa pacificamente da un esercito di creativi. Per un divertimento sano al quale abbinare anche una visita nei negozi che per l’occasione rimarranno aperti. Poi c’è la concomitanza della “Notte Bollente”, un’iniziativa che vede il coinvolgimento di molti operatori del sociale e che punta a diffondere nei giovani i valori della sicurezza nelle scelte di vita che compiono. Il suo gazebo sarà all’incrocio fra corso Moretti e via Montebello.
Le esibizioni musicali (scarica fra i documenti allegati il file pdf con tutte le location) si alterneranno in diversi spazi del centro cittadino. Non mancheranno ospiti illustri del panorama musicale pop-rock italiano come Beppe Carletti dei Nomadi e la sua cover band “Solo e sempre Nomadi” presso la rotonda Giorgini.
Organizzata da Confesercenti, Confcommercio, Commercentro, con la direzione artistica di AssoArtisti dell’Adriatico coordinata da Elio Giobbi, Centro Giovani, associazione Arte Viva ed altri collaboratori, la novità di questa edizione sarà rappresentata dal Festival Arti Visive e Figurative coordinato da Tamara Aurelli, con pittori, scultori, artisti figurativi che invaderanno il centro e faranno da contorno alle location musicali.
La Festa della musica è uno degli appuntamenti annuali più importanti di cultura e spettacolo in Europa. Si celebra il 21 giugno, giorno del solstizio d’estate. Nata in Francia nel 1982, la manifestazione ha assunto dal 1995 un carattere internazionale e si svolge contemporaneamente in tutte le principali città europee ed alcune nel mondo. Dal 1999 la Presidenza del Consiglio ha concesso l’alto patrocinio alla manifestazione riconoscendone ufficialmente l’interesse pubblico e la valenza culturale. I principi che ispirano la Festa Europea della Musica sono l’universalità del linguaggio musicale che supera barriere culturali, politiche ed economiche ed è quindi occasione di socialità; tutti i generi musicali potranno essere rappresentati, affinché la giornata diventi la festa di tutte le musiche
Sono già moltissime le band e gli artisti che hanno provveduto alle iscrizioni, gratuite e libere, così come le esibizioni degli artisti, nel pieno rispetto della “carta” internazionale della Festa della Musica.
Rock, jazz, pop, cover e pezzi originali, sonorità dal blues al disco-funk. Una serata da non perdere per un inizio “ufficiale” d’estate all’insegna della creatività.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.067 volte, 1 oggi)