CAMPLI – Fugge in mutande sul tetto di casa per evitare l’arresto. Protagonista dell’episodio è stato Fabio Bruni, 36 anni di Campli, che doveva scontare una condanna di 2 anni e undici mesi per un reato di ricettazione commesso a Teramo nel 2005. Quando alle prime ore del mattino i Carabinieri della locale stazione si sono presentati a casa dell’uomo per eseguire l’ordine di carcerazione, ad aprire la porta è stata la moglie, che ha dichiarato che l’uomo non era in casa. I militari dell’Arma, non credendo alla donna, hanno temporeggiato e si sono accorti di strani rumori che provenivano dal soffitto dell’abitazione. Hanno così scoperto che il 36enne stava cercando di dileguarsi passando sul tetto di casa. Con un tempestivo intervento sono riusciti così a bloccarlo e ad arrestarlo. L’uomo, quando è stato fermato, era in mutande. Evidentemente colto di sorpresa dall’arrivo dei Carabinieri, non ha avuto tempo di vestirsi prima di darsi alla fuga.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 491 volte, 1 oggi)