OFFIDA- Dopo una riunione interna al partito del 28 maggio scorso, il Gruppo Pdl di Offida, che ribadisce come capogruppo Simone Corradetti, ha deciso di rivolgersi con due esposti, direttamente alla Prefettura. Il motivo di questo gesto è, secondo i consiglieri Marcello Camela e Marco Lanciotti, il degrado in cui versano due strade e il Cimitero di Offida.

Scendendo nei particolari il Gruppo Pdl denuncia dissesto del manto stradale crepe e avvallamenti incrementati in caso di pioggia e una totale mancanza di segnaletica e illuminazione in Contrada Tesino dal numero civico 12 al 270. «Inoltre, la condizione del Cimitero, con le scalinate chiuse al pubblico, infiltrazioni d’acqua e instabilità delle lapidi- spiega Corradetti – ha motivato oltre l’esposto, anche una raccolta di firme» commenta Corradetti
Anche in via Gramsci, che costeggia il Comitero secondo Camela «regna il più assoluto abbandono».

Insomma, una dura e aspra critica alla maggioranza: «Non riescono più a provvedere nemmeno all’ordinaria amministrazione. L’esposto l’abbiamo fatto perché richiesto da cittadini offidani. Visto i debiti del Comune, non è certo con le chiacchiere che si può cambiare». Per avvallare questa affermazione il consigliere Camela ricorda le promesse fatte durante la campagna elettorale per le comunali di un anno fa al quartiere San Barnaba: «I Comune acquistò un terreno agricolo promettendo ai cittadini una modificazione di destinazione dell’area per realizzare una piazza. A distanza di un anno la zona è rimasta agricola e un contadino ha fatto richiesta di acquisto del terreno avvalendosi al diritto di prelazione perchè confinante»

Ultima critica riguarderebbe i pannelli fotovoltaici: «Nelle zone più belle e produttive della nostra regione diciamo No al posizionamento selvaggio dei fotovoltaici. Non si può saccheggiare così il nostro territorio».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 435 volte, 1 oggi)