ASCOLI PICENO – Giunta quasi al mezzo secolo di vita, anche quest’anno, la cronoscalata Colle San Marco – Colle San Giacomo, dal 18 al 20 giugno, si ripresenta come una tradizione-orgoglio degli appassionati di automobilismo del Piceno e non solo, grazie anche alla partecipazione dei migliori piloti, tra cui Simone Faggioli, campione europeo in carica e plurivincitore della Coppa.

La gara rientra nelle categorie del Campionato Italiano della Montagna, la Coppa Europa ed il Challenge Europeo, il Challenge delle Polizie, Trofeo Minicar e Trofeo Radical.

Il percorso di circa 5 km, è ormai messo a punto nella quasi totalità, soprattutto per quanto riguarda il potenziamento delle già valide misure di sicurezza, sia per i piloti che per il pubblico: si tratta infatti di una manifestazione di notevole richiamo turistico, grazie anche alla vetrina televisiva su emittenti nazionali e locali, sia specializzate che generaliste, che contribuirà a rendere lustro alla città ed all’evento.

Il pianoro di Colle San Marco sarà occupato in ogni dove, e molti spazi sono stati concessi dal Parco Miravalle per il paddock dei piloti.

Tutti gli appassionati, a partire da venerdi 18 giugno, potranno vedere da vicino protagonisti e vetture, che sfrecceranno invece sabato 19 e domenica 20, giorni di prove e gara. La diretta della domenica su Radio Ascoli darà la possibilità di seguire la cronaca anche via web, compresi i tempi dei concorrenti in tempo reale sul sito dei cronometristi.

La gara inizierà alle ore 10,00, ma è consigliato, per chi volesse gustarsi il “photofinish”, un anticipo di un’ora e mezza rispetto agli orari della manifestazione, raggiungendo il percorso anche dal nord della partenza, trovandosi così all’ultimo tornante e nel veloce tratto finale scoperto dalla vegetazione.

L’accesso gratuito al percorso di gara ha contribuito non poco alla notevole crescita delle gare in montagna negli ultimi anni dove spettacolo, professionalità dei piloti e qualità delle vetture hanno raggiunto livelli d’eccellenza.

Le stesse autorità comunali , riconosciuta l’importanza dell’evento, stanno inoltre lavorando attorno ad un progetto con le scuole che possa coniugare la guida sicura e lo sport motoristico, e ad un possibile inserimento di Ascoli Piceno nell’Associazione Città dei Motori assieme ad una ventina di altre città come Maranello, Imola e Monza.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 851 volte, 1 oggi)