ROMA – Seconda sconfitta per la Samb Beach Soccer nelle finali di Coppa Italia in corso di svolgimento al Circo Massimo a Roma. I rossoblu di mister Di Lorenzo sono stati battuti dalla “Mare di Roma” per 6/5 dopo i calci di rigore. I tempi regolamentari si erano conclusi sul 4/4. “Siamo molto amareggiati – è stato il commento a caldo del presidente Roberto Ciferni – dopo aver dominato a lungo, abbiamo pagato a caro prezzo alcuni errori dei nostri giocatori. Speriamo solo che nelle altre due gare che ci restano riusciamo a concretizzare maggiormente l’indubbia qualità del nostro gioco”. Del medesimo umore l’allenatore Oliviero Di Lorenzo. “Siamo sempre stati i padroni del gioco – dice il tecnico rossoblu – portandoci prima sul 3/0 e poi sul 4/2, ma non siamo stati capaci di chiudere il match, sbagliando anche un rigore con Pompei. Ai rigori poi non siamo stati efficaci e ora stiamo a commentare una sconfitta che ci pesa molto”. Sabato pomeriggio alle 14.45 la Samb Beach Soccer giocherà contro Cervia.

MARE DI ROMA – SAMBENEDETTESE 6-5 d.t.r. (2-3, 2-1)
Mare di Roma: Mariani, Sabatino, Vacchelli, Cioffi, Diana, Massa, Rivaldi, Frezza, Marazza, Fenu; All. Grieco.
Sambenedettese: D’Ambrogio, Capriotti, Mannocchi, Gibbs D., Sgammini, Cardinali, Franconi, Gibbs A., Pompei, Ruspantini; All. Di Lorenzo
Arbitri: Sammarco (Paola) e Fregola (Gallarate).
Marcatori: 3’pt Pompei (S), 5’pt Pompei (S), 8′ Cardinali (S), 11’pt Marazza (M), 11’pt Frezza (M), 4’st Pompei (S), 6’st Cioffi (M), 8’st Marazza (M)
Note: ammonito Marazza (M)
Il pomeriggio di gare prende il via con il quarto match di giornata, l’ultimo da giocare in due soli tempi. Di fronte Mare di Roma e Sambenedettese, ‘deluse’ dall’esordio con sconfitta della prima giornata.
Marchigiani più manovrieri sin dalle prime battute. La spinta iniziale conduce al vantaggio la Samb, con il tiro piazzato di Pompei al 3′. Un minuto dopo i lidensi controbattono con la fucilata di Fenu, bassa e potente, terminata di un soffio a lato. Al 5′ arriva giunge il raddoppio del quintetto di San Benedetto: cross dal fondo di Mannocchi per la testa di Pompei che corregge la traiettoria del pallone in rete. All’8′ Cardinali inventa un sinistro beffardo dalla trequarti che finisce alle spalle di Mariani. Nonostante lo svantaggio si ampio, con un solo tempo a disposizione per recuperare, il Mare di Roma non desiste nel recupero. In capo all’ultimo minuto si rifanno sotto recuperando due lunghezze ai marchigiani. Ci pensa Marazza a suonare la sveglia per i suoi, scambiando in velocità con Rivaldi per poi spedire il pallone dove D’Ambrogio non può arrivare. Subito dopo il guizzo di Frezza riporta in corsa il team di mister Grieco. Una cospicua fase di studio caratterizza l’avvio dell’ultima frazione di gara. Al 4′ Pompei risolve l’empasse in palleggio e conclusione dalla trequarti. La tenacia del Mare di Roma non si esaurisce e Cioffi riduce nuovamente il distacco con bel diagonale a mezza altezza. Finale infuocato come la sabbia della beach arena. La tenacia dei lidensi viene premiata e si tramuta nel pareggio a quattro minuti dal termine. Valgono quanto un gol gli interventi di Mariani, abile a neutralizzare almeno un paio di pericolose incursioni rossoblu. Non ha meno da fare il suo dirimpettaio D’Ambrogio che si produce in altrettante decisive parate. La sfida si conclude dal dischetto. Dopo i primi due tiri di rigore si procede ad oltranza sino all’errore di capitan Pompei. La palla, che si stampa sulla traversa della porta difesa da Mariani, consegna la vittoria al Mare di Roma.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 556 volte, 1 oggi)