SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Tanti amici, tanti ricordi per “Pinguino Amarcord”, la serata dedicata alle vicende, alle persone e soprattutto ai flashback, di 51 anni di storia dello Chalet Pinguino. Il primo chalet di Porto d’Ascoli, che ha accolto nel tempo la “meglio gioventù”, oggi padri e madri, amici, famiglie e soprattutto storie, nate ed intrecciate in riva al mare come cornice unica di momenti indimenticabili.
Memorie di bambini nati e cresciuti a ridosso del “Pinguino”, che un tempo giocavano e si appassionavano alla famiglia Bizzarri. Il primo cittadino Giovanni Gaspari, da sempre amico di famiglia, ricorda ancora la professionalità, la cura dell’allargata famiglia Bizzarri e ci racconta episodi fatti di amicizia e solidarietà, come quando la mareggiata del 70’, non lasciò nient’altro che il marciapiede agli chalet di Porto d’Ascoli. Nonostante tutto gli allora ragazzi, infischiandosene della spiaggia perduta continuarono ad alimentare con la loro presenza la passione per il loro personalissimo “Pinguino”, continuarono a giocare, bivaccare, saltellare in quei pochi centimetri di spiaggia.
Amarcord Pinguino è stato organizzato dalla Famiglia Bizzarri in collaborazione con il Cocalo’s Club nell’ambito del loro rapporto di partenariato.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 372 volte, 1 oggi)