ALBA ADRIATICA – Appello della referente della Lega Nord Abruzzo di Alba Adriatica, Simona Tavoletti, affinché un consigliere regionale faccia approdare in Consiglio Regionale una mozione per rendere obbligatorio il “documento unico di regolarità contributiva” per tutti coloro che richiedono l’autorizzazione all’esercizio del commercio su aree pubbliche. Il documento, previsto dalla legge 102/2009, non ancora recepita dalla Regione, per la Lega, imporrebbe agli ambulanti irregolari che frequentano le aree mercatali, quasi un quarto del totale, di mettersi in regola.
«Questa imposizione – si legge in una nota – scoraggerebbe frodi al Fisco e all’Inps, e farebbe scomparire una serie di merci di dubbia provenienza e prodotte da filiere della produzione in nero che abbassano il livello della qualità delle merci vendute nei nostri mercati italiani».

La Tavoletti, inoltre, denuncia che, nonostante le varie richieste di collaborazione per questa causa fatte ai consiglieri regionali del PDL, la proposta non è mai approdata concretamente in Regione. «Pertanto – aggiunge – siamo oggi costretti a rivolgere pubblicamente la richiesta ad un qualsiasi consigliere di buona volontà, anche non appartenente alla maggioranza di centro destra».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 473 volte, 1 oggi)