ASCOLI PICENO – Il sindaco di Ascoli Guido Castelli si è recato questa mattina, 9 giugno, ad Amatrice, dove ha incontrato il primo cittadino della località laziale, Sergio Pirozzi. Castelli ha potuto subito constatare un clima di affetto e di accoglienza da parte dei cittadini, molti dei quali sono poco contenti delle relazioni con Rieti e con la Regione Lazio. Gli abitanti lamentano una lontananza sia geografica che amministrativa dal capoluogo Rieti, ma sopratutto protestano per la ventilata ipotesi che la Regione Lazio possa sopprimere l’Ospedale “Grifoni” di Amatrice in seguito ai tagli nel settore sanitario.

Intanto è stato costituito un comitato cittadino per il referendum, che ha già raccolto 200 firme su una popolazione di tre mila abitanti. Si chiede il distaccamento dalla provincia di Rieti (e quindi dalla Regione Lazio), e l‘annessione alla Provincia di Ascoli e alla Regione Marche. Musica, di questi tempi.

«Ascoli deve essere pronta ad accogliere le richieste della popolazione di Amatrice – ha dichiarato Castelli – qualora il referendum avrà esito positivo in questo senso. Nel frattempo, però, in accordo con il Sindaco Pirozzi, abbiamo deciso di redigere un Protocollo d’Intesa che valorizzare le relazioni che già esistono tra le due realtà territoriali. Mi riferisco in particolare al turismo, all’enogastronomia, ma anche ai trasporti, all’arte di Cola dell’Amatrice e alla stessa sanità in quanto l’Ospedale di Ascoli è già punto di riferimento per le popolazioni dei Monti della Laga».

Castelli ha anche spiegato che Ascoli è molto vicina a tutti i territori che si sviluppano verso Ovest, come ha dimostrato il recente gemellaggio con Norcia. Anche nel settore dei servizi, in particolare nei trasporti, è al vaglio un progetto di incremento delle corse delle autolinee intreurbane al fine di migliorare i collegamenti.
Insomma l’ipotesi di una città territorio non più soltanto in direzione est.

Il sindaco di Amatrice Pirozzi, tra l’altro ex allenatore della squadra primavera dell’Ascoli Calcio, ha mostrato entusiasmo: «Sarebbe un sogno – ha detto – avere una corsa di autobus mattiniera che porta i turisti al mare e alla sera li riporta ad Amatrice facendo pochissime fermate. Amatrice con Ascoli ha ottimi rapporti e tanto per fare un esempio venerdì 25 giugno gli alunni della Scuola Media visiteranno la Civica Pinacoteca e Palazzo dei Capitani. Dall’altra parte, il Comune di Amatrice è pronto a mettere a disposizione la sua accoglienza con pacchetti turistici agevolati per chi vuol trascorrere le vacanze tra i monti».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 681 volte, 1 oggi)