ASCOLI PICENO –Si va verso l’abolizione di alcune province al di sotto di 200 mila abitanti, tra le quali figura anche quella di Fermo. Le altre sono Vibo Valentia, Vercelli e Isernia, mentre si salverebbero al momento quelle che, seppur piccole, hanno il 50% percento di territorio montano: sono Biella e Verbano-Cusio-Ossola in Piemonte, e Crotone in Calabria.

La commissione Affari Costituzionali della Camera martedì pomeriggio ha votato a favore dell’emendamento presentato al decreto di legge sulla carta delle autonomie presentato dal realtore Donato Bruno.

Il sindaco di Fermo, scrive l’Ansa nel tardo pomeriggio di oggi, martedì 8 giugno, Saturnino di Ruscio ha proposto un odg urgente per «mobilitare tutto il territorio». Per il presidente Fabrizio Cesetti l’emendamento «non sposta i termini della questione, perche’ la soppressione e l’istituzione di Province non è nella disponibilità nè del Governo nè del Parlamento in quanto provvedimenti di questo tipo necessitano per essere adottati della formale iniziativa dei Comuni e del parere della Regione».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 4.576 volte, 1 oggi)