SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Da lunedì 5 a domenica 11 luglio, 32 campioni della terra rossa e 16 coppie di doppio si disputeranno i 30 mila euro di montepremi nella terza edizione della Carisap Tennis Cup.

Un evento ormai diventato fisso nell’estate rivierasca, che l’anno scorso conquisto ben 15 mila presenze nel corso della settimana di gare, con oltre mille spettatori solo nella partita finale che incoronò Fabio Fognini.

L’organizzazione, curata anche quest’anno dal Circolo Tennis Maggioni in collaborazione con la Meet Eventi di Cristina Gnocchini, sta preparando la lista dei partecipanti. Nella speranza di riavere Fognini, sembrano già Daniele Bracciali, Alessio Di Mauro e Francesco Aldi, Flavio Cipolla e Paolo Lorenzi, che dal 2009 sta vivendo il miglior momento della sua carriera ed è al momento il quarto giocatore italiano, e Flavio Cipolla.

La storia

Il tennis a San Benedetto ha una lunga e ricca tradizione. Gli anni ’70 e ’80 hanno visto il centrale del Maggioni ospitare campioni come Adriano Panatta e Ilie Nastase. Negli anni ’90 al Maggioni si disputava ogni estate un torneo di serie A italiana. Nel 1999 il primo assaggio del circuito internazionale, con il futures da 10 mila dollari di montepremi: vinse il romano Stefano Tarallo sul diciannovenne Federico Luzzi, allora ai suoi primissimi passi nel tennis degli adulti.

Il passaggio alla categoria superiore è datato 2001, con la prima edizione del Challenger da 25 mila dollari ed il trionfo del toscano Marzio Martelli, in finale sul mancino spagnolo Navarro. Dopo una prima pausa nel 2002, il Challenger di San Benedetto tornò a vivere l’anno successivo, con una edizione ricca di giovani talenti vinta alla fine dall’allora diciottenne svizzero Stanislas Wawrinka, reduce dalla vittoria al Roland Garros Under 18 e diventato poi un protagonista di livello assoluto entrando l’anno scorso nei top 10 Atp (oggi è numero 18). Dai campi del Maggioni sono passate altre giovani promesse destinate ai quartieri alti della classifica: Nicolas Almagro, Potito Starace, Filippo Volandri, Martin Vassallo-Arguello.

Il Torneo sarà così strutturato: il 3 e 4 luglio avverranno le qualificazioni per poi partire, come detto il 5, col tabellone principale. I quarti si terranno il 9, le semifinali il 10, mentre le finali si disputeranno sempre il 10 per il ‘doppio’ e l’11 per il ‘singolare’.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 335 volte, 1 oggi)