MONTEPRANDONE – Si interrompe  la favola del Centobuchi che salvo improbabile ripescaggio torna in Eccellenza. La sua esperienza nel massimo campionato Dilettanti, si ferma dopo quattro onorevoli stagioni consecutive (dal 2007 al 2010), due di meno del Grottammare (che disputò 6 campionati di Serie D fino al 2009).

La squadra monteprandonese dopo l’1-2 incassato nell’andata del Nicolai, ha perso anche la gara 2 dei play out stavolta per 2-0 (al 35′ Napolano e al 90′ De Matteis) contro la Renato Curi Angolana di Amaolo che ha ottenuto una miracolosa salvezza che a sette turni dal termine della stagione regolare sembrava molto difficile. Ma comunque malgrado la grande delusione in corso nell’ambiente biancoceleste non va dimenticato il miracolo fatto in questi anni (con la scalata dalla 1° categoria alla Serie D) dalla società e soprattutto dalla famiglia Marocchi. Salta quindi anche il derby con la Samb ma si tornerà a disputare quello col Grottammare ma non più in Serie D, ma stavolta in Eccellenza Marche.
Dunque il comune di Monteprandone vive calcisticamente il suo anno horribilis con la retrocessione del Centobuchi in Eccellenza che segue quella rimediata ieri dalla Monteprandonese sconfitta nella finale play out regionale di 1° Categoria dal Borghetto.
Stagione deludente sempre calcisticamente parlando anche per la regione Marche che incassa la terza retrocessione (su 4) in Serie D dopo quelle di Elpidiense e Real Montecchio. E ora si rischia davvero un’Eccellenza Marche a 19 squadre.
Nell’altra sfida play out retrocede il Morro d’Oro sconfitto 2-1 a Canistro dopo il 2-2 dell’andata. Nello scudetto Dilettanti parte così così il Chieti (che aveva riposato la 1° giornata) che pareggia 1-1 in casa con  il Gavorrano (Grosseto). Nei play off nazionali invece parte malissimo la Santegidiese sconfitta 5-0 dal Pianura (Napoli).
In una delle sette finali d’andata play off nazionali d’Eccellenza sta per sfumare il sogno della Jesina alla quale servirà un’impresa al ritorno per centrare la promozione in Serie D dopo il 3-0 subito in terra friulana dal Kras.

Verdetti Serie D:

Chieti promosso in 2° divisione (ex C2) Lega Pro.
Spareggio salvezza in campo neutro a Boville Ernica (Frosinone): Bojano-Renato-Curi Angolana 1-1 D.T.S. (4-3 dopo i calci di rigore). Bojano salvo, Angolana ai play out.
Play Out con sfide di andata e ritorno :
Andata domenica 30 maggio : Centobuchi-Renato Curi Angolana 1-2; Morro d’Oro-Luco Canistro 2-2.
Ritorno domenica 6 giugno ore 16: Renato Curi Angolana- Centobuchi 2-0; Luco Canistro-Morro D’Oro 2-1.

Nel Girone F Centobuchi e Morro d’Oro salvo ripescaggi retrocedono dopo i play out, in Eccellenza così come le squadre degli altri gironi di Serie D: Pro Settimo, Sestese, Fiorenzuola, Castel San Pietro, Sporting Terni, Monteriggioni, Arzachena, Castel Sardo, Bitonto, Bacoli Sibilla e Palazzolo (Siracusa).

Sempre nel Girone F erano retrocesse direttamente in Eccellenza Elpidiense Cascinare e Real Montecchio così come negli altri gironi : Derthona, Sestrese e Valle d’Aosta (nel Girone A), Caravaggio e Olprepò (nel Girone B), Palazzolo (Brescia), Manzanese, Porfido Albiano e Montecchio Maggiore (nel Girone C, dove non si disputano i play out), Adriese, Boca Pietri e Castellarano (nel Girone D), Calenzano e Sangimignano(nel Girone E), Rieti e Morolo (nel Girone G), Francavilla Fontana e Fasano (nel Girone H), Acicatena, Castrovillari e Adrano (nel Girone I).

Semifinali Play Off in gara unica 23 maggio- al Nuovo Comunale di Sant’Egidio (gara giocata a porte chiuse): Santegidiese- Civitanovese 5-3 ;
Al Comunale Montemarcone di Atessa: Atessa Val di Sangro-L’Aquila 1-0.
Finale Play Off domenica 30 maggio in gara unica al Nuovo Comunale di Sant’Egidio : Santegidiese-Atessa Val di Sangro 3-3 D .T .S.

La Santegidiese approda alle fasi finali dei play off nazionali di Serie D (fase che inizialmente sarà a gironi) assieme alle altre suadre vincenti dei play off degli altri gironi: Casale (che vinse lo scudetto nel 1914), Renate, Union Quinto (che ha vinto la finale play off del Girone C battendo il Venezia a domicilio), Carpi, Castel Rigone, Pomezia, Pianura e Vigor Lamezia (che ha battuto nella finale play off del Girone I l’Avellino). A queste si aggiungerà dalle semifinali il Matera che ha vinto la Coppa Italia di Serie D. Nella prima giornata del triangolare 3 dei play off: Pianura-Santegidiese 5-0.
D. T. S= Dopo tempi supplementari.

Le altre 8 squadre vincitrici dei loro rispettivi Gironi di Serie D che faranno compagnia al Chieti vincitore del Girone F, in seconda divisione (ex C2) Lega Pro sono: il Savona (nel Girone A dove c’è anche il Casale), il Tritium (nel Girone B dove ci sono Alzano e Pizzighettone), il Montichiari (nel Girone C dove c’è il Venezia), il Pisa (nel Girone D , dove c’è il Bikkemberg Fossombrone), il Gavorrano (nel Girone E), il Fondi (nel Girone G dove c’è la Viterbese), la Sangiuseppese Neapolis (nel Girone H, dove ci sono Casarano, Casertana e Matera) e il Milazzo ( nel Girone I dove ci sono Avellino e Messina). Intanto queste nove squadre si giocheranno tra di loro lo scudetto Dilettanti. Nella 2° giornata della Poule Scudetto Triangolare Girone 2 : Chieti-Gavorrano 1-1.
Ecco il quadro Nazionale aggiornato e definitivo di tutte le squadre che hanno vinto i propri campionati regionali d’eccellenza e sono dunque approdati in Serie D:

Abruzzo :Teramo
Basilicata: Fortis Murgia
Calabria: Omega Bagaladi San Lorenzo
Campania: Atletico Nola (Girone A) e Battipagliese (Girone B dove si è ritirato il Savoia)
Emilia Romagna: Bagnolese che ha vinto lo spareggio contro la Virtus Pavullese (Girone A) e Forlì (Girone B)
Friuli Venezia Giulia: Torviscosa
Lazio: Fidene che ha vinto lo spareggio con l’Anzio Lavinio (Girone A) e Zagarolo (Girone B)
Liguria: Sanremese.
Lombardia (unica regione che ha tre gironi d’Eccellenza): Saronno (Girone A), Seregno (Girone B) e Rudianese (Girone C)
Marche: Sambenedettese
Molise: Venafro
Piemonte e Valle D’Aosta (unica regione che non ha un proprio girone d’Eccellenza): Saint Christophe (Girone A) e Asti (Girone B)
Puglia: Nardò.
Sardegna: Porto Torres
Sicilia: Marsala (Girone A nel quale il Licata si è ritirato per problemi economici) e Acireale (Girone B)
Toscana: Tuttocuoio (Girone A) che ha vinto pure la coppa Italia Dilettanti (a cui partecipano le squadre d’eccellenza e promozione) e Pianese (Girone B)
Trentino Alto Adige: Trento
Umbria:Todi
Veneto: Legnago Salus (Girone A) e Opitergina (Girone B)

A queste squadre nei rispettivi Gironi di Serie D dove verranno inserite si aggiungeranno le sette vincitrici dei play off nazionali d’Eccellenza (dove la Jesina nella gara d’andata di una delle sette finali ha perso 3-0 in casa del Kras) e la Capriatese (Molise) finalista della coppa Italia Dilettanti vinta dal Tuttocuio già promosso in Serie D tramite vittoria del proprio campionato.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.450 volte, 1 oggi)