in diretta
SPADONI Abbiamo indetto questa conferenza per fare il punto del mercato anche perché non ci sarà Spina, la prossima settimana, e quindi sarà una situazione di stasi. Capisco l’esigenza dell’informazione ma noi già ai primi di giugno siamo pronti o quasi per l’allestimento della squadra, abbiamo già da tempo rinnovato l’accordo con l’allenatore e qualche nuovo arrivo, per i non under siamo al 90% del lavoro, manca solo un giocatore per completare l’opera. Con gli under stiamo lavorando a vasto raggio e ci dobbiamo confrontare con gli altri, i campionati non sono finiti né i campionati giovanili e le poule scudetto. Non siamo indietro, lavoreremo con calma compatibilmente con le situazioni di programmazione delle altre società.

SPINA Mi preoccupa non l’allestimento dello stadio, ma le questioni burocratiche per l’iter dei lavori allo stadio. Sono percorsi normali per una prassi normale, per un balcone o una veranda ci si mette anche sei mesi, ma le tempistiche calcistiche sono diverse. Non perchè non ci sia la volontà dell’amministrazione, ma se cose si fanno in dieci giorni mi auguro che si possano fare in una settimana. La settimana prossima non ci sarò, venerdì l’azienda è pronta per iniziare ma non ce la facciamo con i documenti. Non perché la Samb debba essere privilegiata rispetto ad un altro privato, ma credo sia interesse di tutti far giocare più partite possibile al Riviera, in uno stadio che dovrà diventare un gioiellino. Stiamo perdendo tempo ma lo ripeto non per mancanza di volontà da parte dell’amministrazione, anzi, solo vorrei far capire che le tempistiche sportive hanno tempi diverse rispetto ad un iter normale.

In questi giorni abbiamo sentito il Milan, il Siena, anche il Chievo per avere dei giovani, ma tutte le squadre ci stanno chiedendo qualche giorno, comunque arriveranno giovani da queste squadre.
Oresti ha confermato, Cacciatore rispetto all’anno scorso ci ha chiesto un aumento del 30% rispetto all’anno scorso, aumento anche meritato, ma verificheremo se ad una cifra minore troveremo qualcun altro.
Oltre Bianchi, Pazzi, Cacciatore e chi per lui arriverà comunque un altro attaccante, perché il campionato è lungo e agguerrito, in tanti puntano a vincerlo, L’Aquila, l’Atessa vuole tenere Miani, anche se non si sa in che girone saremo, se saremo con l’Umbria il Perugia non ci farà paura. Per gli abbonamenti sarebbe importante confermare i 1700 abbonamenti dell’anno scorso.

Cacciatore? Mi ha dato un poco fastidio che ha chiesto un aumento, perché l’aria è cambiata, secondo me sono dei privilegiati e noi paghiamo regolarmente. Non per dare in testa a Cacciatore, ma ricordiamo che Menichini si è autoridotto lo stipendio di sua spontanea volontà. Io non ho ancora fatto la controproposta a Cacciatore, se mi sta bene lo confermo, se resta con noi sono felicissimo, ma se non è Cacciatore sarà un altro.

Sappiamo bene che fra una ventina di giorni ci saranno tanti attaccanti che si ritroveranno senza squadra, noi siamo al 5 giugno, abbiamo la rosa quasi completa, fra venti giorni posso prendere attaccante di livello ad un costo inferiore dell’attuale. Nessuno si trova nella sua situazione.

Gente che fa 30-32 gol è giusto che faccia le loro richieste, sta a noi valutare. Scandurra? Se vuole di più di quel che gli abbiamo offerto, non so che dirgli. Se vuole può fare un passo verso di noi. Lo conosco, sappiamo che negli ultimi due anni ha fatto tanti gol.

Invece Cristian Pazzi si è limitato lo stipendio che poteva per venire a San Benedetto, lui è un vero tifoso della Samb, ha la maglia incollata nel cuore. Ha dichiarato che in caso di mancata promozione si decurterà ulteriormente lo stipendio. Questi sono i giocatori che amano la Sambenedettese. Negli ultimi 5 campionati di Serie D ha fatto 82 gol, in C2 ha fatto vedere di cavarsela anche in un ruolo non suo. Sono orgoglioso di aver portato un giocatore del genere a San Benedetto.

PAZZI Finalmente a San Benedetto, sono stato da sempre tifoso rossoblu, adesso torno qua dopo che l’anno scorso non ce l’ho fatta. Devo comunque ringraziare il Fano che mi ha dato la possibilità di giocare in C2, le parole di Spina mi responsabilizzano, lo ringrazio. La Serie D? Io l’ho vinta una volta, serve un grande gruppo, il campionato è difficile, le squadre sono organizzate e combattive. Sono una prima punta, anche se a Fano il mister mi ha preferito come seconda punta avendo un attaccante potente davanti.

SPINA Qui si sta iniziando a mettere tanti giocatori tifosi della Samb: dall’allenatore a Pulcini, Zazzetta, Biancucci, Pazzi…

PALLADINI Il passo importante è stato fatto, ovvero tenere l’ossatura della squadra di un anno fa. Non tutti perché in D devono giocare quattro giovani. Per quanto riguarda l’acquisto di Pazzi penso sia importantissimo per la categoria, l’anno scorso è stato con noi quasi un mese, è importante. E’ rimasto anche lo staff medico, molto importante. Non dobbiamo avere fretta perché non possiamo sbagliare.

Per quanto riguarda gli attaccanti Pazzi è di categoria e importante, per quanto riguarda i 30 gol, teniamo presente che Miani ha fatto 32 gol, ma l’Atessa non è arrivata prima. Io voglio gente che sappia tenere il peso di una piazza difficile come San Benedetto, perché in un campionato ci sono momenti difficili e qui ci vuole gente di carattere. Ci vuole gente che sappia tenere testa a questa piazza.

SPINA Cacciatore? Bravissimo ragazzo, non c’è contrasto, ognuno fa le sue scelte. Vi assicuro che Bianchi è un grandissimo calciatore, Pazzi parla da solo. Dobbiamo avere una bocca di fuoco importante davanti. Miani? E’ uno dei calciatori che seguiamo, così Bonaventura, a me piace molto.

SPADONI Gli under? Noi abbiamo parlato con il Siena, loro hanno detto che devono vedere chi tengono, sugli altri massima disponibilità, ma ci vuole tempo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.747 volte, 1 oggi)