SAN BENEDETTO DEL TRONTO -Maremoto Festival in una nuova location (l’ex galoppatoio), con una rosa di ospiti musicali da acquolina in bocca, tutto gratuito, con il Comune che aumenta gli stanziamenti da 25mila a 35mila euro. E fa bene, non nascondiamo la nostra opinione. Perchè la cultura musicale si alimenta con l’ascolto, perchè il divertimento del festival è tutto sommato sano e così si è dimostrato in questi tre anni, perchè attira gente da fuori provincia e fuori regione, perchè infine è un buon motivo per scegliere San Benedetto piuttosto che una località concorrente nelle ferie di agosto. Della serie: anche l’orecchio vuole la sua parte.

L’orecchio, ma anche l’occhio. Non solo musica, ma anche arte, installazioni, performance contemporanee di cui si saprà di più nelle prossime settimane. Intanto l’associazione organizzatrice – che guarda un po’ si chiama proprio “Occhio per Orecchio” – ha presentato il programma della rassegna per tramite del suo numero uno Paolo Miti. Con il sindaco Giovanni Gaspari affianco a manifestare soddisfazione e sostegno: «Questa realtà, assieme a locali come il Pao e il Brevevita, dimostrano che giovani e cultura musicale vanno d’accordo, e che San Benedetto se ne può fregiare a livelli veramente eccelsi nell’Adriatico. Sosteniamo Maremoto per la qualità e il buon comportamento tenuto da chi vi partecipa».
Maremoto Festival si terrà dal 6 al 10 agosto 2010. Dopo tre fortunati anni, soprattutto in termini di presenze (più di 10 mila persone l’anno scorso secondo gli organizzatori) presso l’area Ex Camping sul Lungomare, quest’anno il Festival si sposterà nell’area verde dell’ Ex Galoppatoio, in zona Porto.

«La scelta – affermano gli organizzatori – è stata presa sia per necessità tecniche di un’edizione ricchissima di eventi che non può più essere contenuta in un’area così delimitata come quella dell’Ex Camping; sia per una questione di rispetto nei confronti degli abitanti delle zone limitrofe e per arrecare meno disturbo possibile ai turisti in villeggiatura in Riviera nella prima settimana di agosto».

La manifestazione inizierà venerdì 6 agosto con la tradizionale serata “Maremoto Emergenza”. Quest’anno l’appuntamento dedicato ai gruppi locali emergenti ospiterà i romani Indie Boys Are For Hot Girls, vincitori del “premio Maremoto” a Sotterranea 2010.

Nella serata di sabato 7 agosto due dei migliori artisti del panorama musicale indipendente calcheranno il palco del Maremoto: i toscani The Zen Circus, gruppo indie-rock che ha collaborato anche al progetto musicale “Il Paese è Reale” degli Afterhours con la canzone “Gente di Merda”; e Brunori Sas, cantautore cosentino che per il suo primo album “Vol.1” si è aggiudicato il Premio Ciampi 2009 come miglior disco d’esordio.

Per la serata di “musica colta”, domenica 8 agosto, si esibirà il grande sassofonista afro-napoletano James Senese con Napoli Centrale, gruppo storico nato con grandi ex come Pino Daniele, Tullio de Piscopo e Tony Esposito.

E il secondo ospite di eccezione arriva lunedì 9 agosto. Infatti sul palco del Maremoto saliranno i veneziani Teatro degli Orrori guidati dall’istrionico Pier Paolo Capovilla, gruppo alternative rock del momento attesissimo dai fan in Riviera. Musica indipendente a tutto spiano.
Per finire, martedì 10 agosto, l’appuntamento è con la serata “San Lorenzo Reggae”. Ultima giornata del Maremoto tutta dedicata alla musica nera durante la quale suoneranno fino all’alba i salentini Boom Da Bash, giovani eredi degli storici Sud Sound System, ed il cinquantanovenne inglese David Rodigan, leggendario dj reggae famoso e stimato in tutto il mondo per le sue performance originali e coinvolgenti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 837 volte, 1 oggi)