SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sabato 5 e domenica 6 giugno presso il Centro Commerciale PortoGrande si svolgerà “Un pieno di energia!”, manifestazione sull’energia solare e, più in generale, sulle energie pulite patrocinata dal Comune di San Benedetto del Tronto e sponsorizzata dalle aziende Troiani&Ciarrocchi e Silab Group.

I visitatori potranno scoprire, in due giorni, i principi basilari su cui si fonda l’importanza del Sole quale fonte di energia ed i principali motivi per cui rispettare l’ambiente e risparmiare sono entrambi sinonimi di “energia pulita”.

Il Comune di San Benedetto del Tronto – ha dichiarato l’assessore alle Politiche Ambientali Paolo Canducci – con piacere ha deciso di patrocinare l’iniziativa del centro PortoGrande, volta a far conoscere a grandi e piccini i benefici economici e ambientali della produzione di energia da fonti rinnovabili.

Le potenzialità delle nuove energie e in generale delle economie verdi sono enormi, i benefici in termini di ricchezza, occupazione e qualità della vita prodotti da tali economie fanno ben sperare per il futuro e la nostra Provincia può vantare un distretto di aziende all’avanguardia in questi settori.
«Ci è sembrato importante – dice il direttore del Centro Commerciale, Luciano Sgolastra – dare spazio ad una manifestazione sull’energia solare e le fonti energetiche pulite per due motivi, entrambi connessi alla tradizione del nostro Centro. Innanzitutto, questa iniziativa ha uno scopo educativo, lo stesso che noi abbiamo raggiunto in passato con altre mostre ed altre operazioni legate al tessuto sociale in cui viviamo. Poi, perché in questo centro commerciale Coop Adriatica ha installato uno dei primi impianti fotovoltaico dando una dimostrazione di come il fotovoltaico possa essere una soluzione per i consumi di energia: ha compiuto un anno da poco l’impianto fotovoltaico che Coop Adriatica ha installato sull’area dell’Ipercoop di PortoGrande con i suoi 2335 pannelli che coprono 6650 metri quadrati di superfici.
A 15 mesi dall’installazione dell’impianto, è stata prodotta energia pari a 625 MW/h per una mancata immissione di 331 tonnellate di CO2 pari a 232 alberi piantumati».

I bambini potranno giocare nell’area ludica, dove troveranno giocattoli interamente realizzati in legno o acciaio ma sempre azionati da pannelli fotovoltaici.

I genitori, nell’area didattica, potranno osservare oggetti di uso comune e modelli di strumenti che utilizzano energia pulita, come ad esempio un modello di “casa solare”, edificio in miniatura che si presta all’esecuzione di 90 esperimenti in grado di farti comprendere l’efficacia delle energie alternative.
Nell’area laboratorio il personale specializzato terrà lezioni informative sulle energie pulite, anche attraverso dimostrazioni pratiche su oggetti di uso comune azionati ad energia solare.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 409 volte, 1 oggi)